Giuseppe Scaglione

Via Mesiano, 77 - 38123 Trento
tel. 0461 282691
giuseppe.scaglione[at]unitn [dot] it
Carriera accademica ed attività didattica

Index of the document

0. 1. 2. 3.   Biography - Temi di ricerca e di interesse | Key research areas & interests | Personal information | Education since leaving school |  Present appointment 

4.  5. Esperienza professionale | Partecipazione a mostre ed esposizioni | Professional experience | Participation in exhibitions

6. 7. 8. Esperienza nell’insegnamento accademico |

Altre responsabilità accademiche | adesioni  |  Experience in academic teaching | Other academic responsibilities  | Memberships

9. Fellow (o equivalenti) di Società scientifiche

10. Progetti di ricerca finanziati | Main research projects

11. Attività di divulgazione e di trasferimento tecnologico | Knwoldege and Technology Trasnfer

12. Attività di Tutoraggio scientifico e supervisione come relatore di Phd | Activities of scientific tutoring and supervision for Phd

13. Pubblicazioni | Publications 

Biography

...I am an Architect who thinks like a Designer! Sensitivity to details, Materials, Technologies, Form and Function, Style and Aesthetich.

I studied at the Fine Arts high school of Salerno, in the seventies - in the same city where Filiberto Menna, Achille Bonito Oliva, Alfonso Gatto lived, then graduated in Rome, I’ve done internships between Rome, Calabria, Campania, Sicily and Abruzzo, between my distant Masters, architects, painters, designers, photographers, artists and creatives, plundering their vocabulary. I’ve come in touch with an endless array of writers, with a special interest - which re-emerges when I have designed the first houses, the first interiors - for everything that can become welcoming, warm and refined, on a human scale, but not minimal in fashion, examples and cultures distant from the intensity of my training.

In my work I like to bring a lot of Southern, Mediterranean touch; I also like featuring the north in my works since i feel like there is ansort of game so much, between my origins and the place I live, two different realities I’ve tried to combine and balance in my work with passion and perseverance.

I organize and participate to any exhibitions, seminars, workshops, events, and I’ve built rlationship between Italian and foreign architects, and also Art Direction, original and authentic proposals.

Finally the themes of today, of ecological design, of the fusion between different scales of the project, between engineering, architecture, eco-biological disciplines, the city, architecture, the detail, of the production of an object and of design as a great medium expressive and innovation. 

The lesson of Ponti, Albini, Rogers, Figini and Pollini, still alive and important, my attendance, now for over twenty years, in a laboratory-city like Barcelona and -for ten years- of a research place like Trento and Bolzano.

Many of these themes have always been in my DNA, and still are, having been born between lands and landscapes and having conversed (sometimes fought!) With nature, which rhymes with architecture, but also with adventure!

In my university path I have contributed to several Italian and European Union research programmes. Mostly in the last ten years, I working moreover with companies, local municipalities, research centers and fairs, to encourage better ecological design.

My books include, “Net.it, a Snapshot of Contemporary Architecture, Design and Photography in Italy” (2005), “High_Scapes, Alps” (2009), “Cities in Nature” (2012), “New ecologies for the osmotic infrastructures” (2013),  “Spostamenti Intelligenti” (2015), “Avventure del Progetto” (2017). 

I started my work at the University of Trento in October 2007. Prior to this I was Professor of Design, Architecture and Urban Design Practices, at the University of Roma, IUAV/Venezia, Napoli, Barcelona/UPC Master, Cosenza. During my permanence in Barcelona I worked and collaborate with ACTAR, IAAC, UIC, to develop researches, books, and exhibitions, about Eco_Logical Design, at the different scales, for city, architecture, design.

Temi di ricerca e di interesse | Key research areas & interests | 

- social design;

- design for public space and green/ecological design;

- design for infrastructure, devices and tools;

- graphic design and design of the book/object;

- architecture, design, city, as unitary scales;

- il design sociale; 

- design per lo spazio pubblico e il green/ecological design; 

- il design per i devices e tools delle infrastrutture; 

- il design grafico e il design del libro/oggetto; 

- l’architettura, il design, la città, come scale unitarie di progetto; 

1. 2. 3.  Informazioni personali | Formazione scolastica | Attuale situazione - Personal information | Education since leaving school | Present appointment - 

Giuseppe (Pino) Scaglione è nato ad Acri [Cosenza] il 18 maggio 1955.  Ha un’ottima conoscenza della lingua spagnola, buona conoscenza dell’inglese, legge e traduce dal francese.

Attualmente è Professore Associato presso l’Università di Trento (dal 2007) e nel 2014 ha conseguito l’Abilitazione a Professore Ordinario partecipando alla selezione della ASN del MIUR. 

Insegna Urban Design all’interno del corso di Laurea -a ciclo unico- di Ingegneria/Architettura. Ha compiuto gli studi superiori a Salerno dove ha conseguito la Maturità Artistica, e a Roma dove si è laureato in Architettura nel luglio del 1979 con 108/110. Dal 1978 svolge attività scientifica, didattica e di ricerca applicata nel campo della progettazione alle diverse scale. Dal 1977 al 78 è stato Assistente presso la Facoltà di Architettura, Università “La Sapienza”, Roma. Nel 1985 ha fondato l’Associazione Progetto Nuovo, Centro di documentazione e Divulgazione dei Materiali della Città e dell’Architettura e Moderna e Contemporanea, organizzando seminari, convegni, mostre e altre iniziative intorno al tema del progetto, iniziando una lunga attività di promotore di numerosi incontri e scambi culturali sui temi del dibattito progettuale: Architettura, Design, Città. Intrattiene, in forma permanente, una rete di contatti con centri di ricerca, università, gallerie e musei -italiane ed europee- che si occupano del Design, della città e dell’Architettura. Nel maggio 1990 fonda la rivista d’A Rivista Italiana d’Architettura (trimestrale), di cui sarà direttore fino al 1998, anno in cui fonda la rivista “made/materiali d’architettura e design”. E’ stato curatore scientifico della casa editrice List Laboratorio Internazionale di strategie Editoriali con sede a Barcellona (in Italia a Trento) che promuove e divulga le più significative ricerche sul progetto, design e critica anche attraverso la significativa collaborazione con altre case editrici come ACTAR di Barcelona e con la ACC di Londra per la distribuzione internazionale. L’attività editoriale è da sempre intesa come scoperta di filoni, temi emergenti e divulgazione scientifica, nonché percorso di ricerca, e prende avvio nel 1986, con pubblicazioni quali la rivista d’Architettura (fondatore e direttore, 1990), i Quaderni di d’A, (1994), la collana “Le parole e le case” (1996), la rivista “made”, (1998), fino alla “monomagazine” (monografia e rivista) “monograph.it”, e alla rivista internazionale inter ateneo “ALPS”.

Ha partecipato -e prosegue tuttora attivamente- a numerosi convegni sui temi del progetto contemporaneo, sia come relatore ufficiale o invitato, con interventi e contributi critici, inoltre a mostre e seminari di progettazione, lectures in università italiane e straniere. Nel 1996 contribuisce alla definizione dei temi e dei partecipanti della VI Biennale di Architettura di Venezia (curatore Marino Folin) per il Padiglione Italia, ed espone nella stessa mostra su invito della giuria internazionale e del curatore generale Hans Hollein. Tuttora è promotore di iniziative seminariali e di workshop internazionali sulla città, il paesaggio, la sostenibilità.

E’ consulente scientifico di amministrazioni pubbliche ed enti, studi di architettura e urbanistica, aziende, per lo sviluppo di progetti alle diverse scale. Giuseppe (Pino) Scaglione ha svolto, e svolge tuttora, un ruolo importante di promozione e collegamento tra i vari ambienti accademici e settori della ricerca sulla cultura del progetto in Italia e verso altre realtà europee, rendendo evidente -attraverso editoriali, scritti e contributi scientifici- un preciso collegamento storico-critico tra la migliore lezione delle avanguardie e delle esperienze del Razionalismo italiano, le attuali tendenze del progetto e l’unità tra architettura, città, design. Intrattiene rapporti di scambio e corrispondenza con le principali riviste italiane ed europee di settore.

il design sociale, i “dispositivi” di design per lo spazio pubblico, il design per i devices e tools delle infrastrutture, insieme alla città e all’architettura come scale unitarie del progetto, insieme al design del libro/oggetto, sono da sempre temi fondamentali del percorso di ricerca e di sperimentazione progettuale.

Giuseppe (Pino) Scaglione è tuttora presente nel dibattito accademico e critico, sui temi del progetto, come protagonista di interventi teorici e di sperimentazioni progettuali, attraverso contributi scientifico-accademici, seminari e pubblicazioni, progetti sperimentali.

 

4.  5. Esperienza professionale | Partecipazione a mostre ed esposizioni

4.  5.  Professional experience | Participation in exhibitions

 For the Profession Experiences please see the Portfolio

Mostre | Exhibitions (selected) 

- Italian Architecture, Virginia Tech, 1989;

- Architettura italiana della nuova generazione, INARCH, Roma, 1990;

- Biennale di Architettura di Venezia, 1996;

- Trentino Design and Crafts, Fuori Salone, Milano, Via Tortona, 2011;

- Trentino Design and Crafts, Arredo, Bolzano Fair, 2011;

- Trentino Design and Crafts, Cascina Cuccagna, 2012;

- Trentino Design and Crafts, Arredo, Bolzano Fair, 2014;

- Trentino Design and Crafts, Fuori Salone, Milano, Lambrate-Ventura, 2015;

 

6. 7. 8. Esperienza nell’insegnamento accademico |

Altre responsabilità accademiche | adesioni 

6.  7.   8.   Experience in academic teaching | 

Other academic responsibilities  | Memberships

ATTIVITÀ DIDATTICA A REGIME DI TEMPO PIENO (ultimi 10 anni)

teaching ACTIVITY IN FULL TIME REGIME (last 10 years)

2017/2018 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2016/2017 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2015/2016 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2014/2015 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2013/2014 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2012/2013 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2011/2012 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2010/2011 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2009/2010  Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2008/2009 Corso di Progettazione presso UNITN Laurea Magistrale in Ingegneria-Architettura

2007/2008 Corso di Progettazione all’IUAV-Laurea Magistrale in Architettura di Venezia e presso UNITN

2006/2007 Corso di Progettazione all’IUAV-Laurea Magistrale in Architettura di Venezia e presso UNITN

Attività di ricerca e didattica svolta presso altri atenei o altre istituzioni di ricerca

Research and teaching activities carried out at other universities or other research institutions

2011 Master “Intelligent Coast”, Università Politecnica della Catalugna;

2010/2011 Docente alla Scuola di Paesaggio e Master, STEP;

1990/91/92 Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni, Corso di Disegno Industriale, 

1995/98, Università della Calabria;

1992, Facoltà di Architettura, Università Federico II di Napoli.

1982/87 Facoltà di Architettura di Pescara;

1979/82, Facoltà di Architettura di Roma (Ludovico Qaroni);

Ha svolto lezioni, seminari, e intrattiene relazioni e rapporti con le seguenti Istituzioni Universitarie:

He has held lectures, seminars, and maintains relationships with the following University Institutions:

-Facoltà di Architettura di                         Palermo

-Facoltà di Architettura di                         Napoli

-Facoltà di Architettura di                         Pescara

-Facoltà di Architettura di                         Roma

-Facoltà di Architettura di                         Bari

-Facoltà di Architettura di                         Genova

-Facoltà di Architettura di                         Ferrara

-Facoltà di Architettura IUAV                     Venezia

-Università della Calabria, Facoltà di Ingegneria             Arcavacata di Rende

-Facoltà di Architettura, Università di                 Reggio Calabria

-Escola de Arquitectura de Lisboa Universidade Moderna               Lisboa

-Facoltà di Architettura, Politecnico di                 Torino

-Facoltà di Architettura, Syracuse University             Firenze 

-ETSAM Escuela Tecnioca Superior de Arquitectura        Madrid

-Escuela Superior de Arquitectura/UIC                 Barcelona

-UPC/ETSAB Escuela Tecnica Superior de Arquitectura de     Barcelona

-UPC/VAllèes Escuela Tecnica Superior de Arquitectura        Barcelona

-Escola de Arquitectura de Universidade F. Pessoa             Oporto

-ETSAV Escuela Politecnica de Arquitectura             Valencia

-Facoltà di Architettura del Politecnico ETH di             Zurich

-Escuela Politecnica de Arquitectura Donostia            San Sebastian

-Escuela Politécnica SuperiorUniversidad de Arquitectura        Sevilla

-Facoltà di Architettura della Kent State University             Firenze

-Facoltà di Architettura della Architectural Association/LU,     London

-Facoltà di Architettura della                     EPFL Lousanne

-Facoltà di Architettura della TUM                    Munchen

-Facoltà di Architettura della UIBK/Architeckture            Innsbruck

-Facoltà di Architettura della Tulane University             New Orleans

-Facoltà di Architettura di Harvard GSD                Harvard

-Facoltà di Architettura di Alghero, Università di             Sassari

-Facoltà di Architettura della                        University of Miami

-Facoltà di Architettura della                                 University of Houston

-Facoltà di Architettura della    Lebanese American Univ. Byblos    Beirut

-Facoltà di Architettura POLIMI di                     Milano

 

9. Fellow (o equivalenti) di Società scientifiche

RUOLI IN ACCADEMIE SCIENTIFICHE, COMITATI EDITORIALI E ORGANIZZAZIONI/RETI DI RICERCA/ENTI E SOCIETÀ SCIENTIFICHE

Peer Reviewer della Rivista scientifica internazionale, Sustainability — Open Access Journal - MDPI - Open Access Publishing Publishing trusted/open access journals - 

  Ideatore e curatore della Cattedra d’Eccellenza Adalberto Libera, per la cultura del progetto nel territorio e nl paesaggio del Trentino - Dicam/Unitn;

direttore di riviste, collane, enciclopedie e trattati

Titolo Editoriale

-Rivista ALPS (ISSN: 2038-4009)

-Rivista MONOGRAPH.IT (ISSN: 2279-6886)

-Direttore Editoriale della casa editrice internazionale LISt Lab  (fino al 2017)

-Membro del Comitato Scientifico della Rivista Pasajes, Madrid

-Membro del Comitato Scientifico delle edizioni della Scuola Politecnica di Architettura di Valencia

presidente comitato programma di congresso internazionale

Congresso:   

-R.E.D.S.2 ALPS2, Resilient Ecological Design Strategies, Flowing Knowledge  

-R.E.D.S.2 ALPS, Resilient Ecological Design Strategies, Designing a Sustainable Future

KlimaHouse international events Sustainable Quality Design/KlimaHouse Bolzano

-R.E.D.S. Rome Ecological Design Symposium;

Membro del Comitato Scientifico dell’Osservatorio del Paesaggio del Trentino

RUOLI ORGANIZZATIVI IN CONFERENZE INTERNAZIONALI, WORKSHOP, SEMINARI O EVENTI PUBBLICI

ORGANIZATIONAL ROLES IN INTERNATIONAL CONFERENCES, WORKSHOPS, SEMINARS OR PUBLIC EVENTS

2016 Intorno a Libera, architettura e paesaggio della cattedra d’eccellenza+Architettura per la modernità: Marcello Armani. Palazzo Firmian, Trento. 

Il paesaggio come nuova scienza popolare. Pensare paesaggio: natura, gioco, spazio. Lectio magistralis di Ana Kuc─ân, titolare della terza annualità di Cattedra Libera. MUSE, Trento

Legno: Passione e design. Incontro dibattito sul mondo del legno. MUSE, Trento

Maratona tra paesaggio, architettura e Design: ambienti stili, linguaggi, vivere, abitare spazi. - La casa del futuro, conferenza di Italo Rota; Alberto Cecchetto, Reiulf Ramstad Architect; Snøhetta Architects, Oslo, Interior Landscapes; -Höller & Klotzner, Merano;

Ecopoli vs Metropoli, città alpina, metropoli triveneta. Ripensare i modelli urbani, economici, sociali, produttivi. 

Trento Social Park – mostra dei progetti degli studenti del corso di Laurea in ingegneria edile-architettura. Abitare design, Trento

“L’autostrada A22, corridoio verde e relazionale della smart land europea” Design, ingegneria, contesti: intorno alla mobilità, le nuove sfide del futuro dell’habitat. Convegno  organizzato in occasione di Klimamobility 

“Vicino/Lontano. Tra l’autostrada e la città nella natura.” Conferenza su invito di Waterscape, Designing settlements for sustainable coastal territories. Complesso S. Chiara, piazza S. Croce, Alghero. 

R.E.D.S.2ALPS. Simposio internazionale durante KlimaHouse

“Autostrada e paesaggio. Nuove ecologie per le autostrade nell’esperienza di Autobrennero A22”. Mostra al MART di Rovereto, sul lavoro progettuale svolto per A22

“PAD. PaesaggioArchitetturaDesign, Mostra dei lavori di Joao Nunes (PROAP) e Diego Chilò. Palazzo Firmian, Trento

OPERE APERTE, LECTIO MAGISTRALIS di MG Grasso Cannizzo, titolare della II annualità di cattedra Libera. MART, Rovereto

LOOSE ENDS, opening lecture di M.G. Grasso Cannizzo, titolare della II annualità di cattedra Libera. Palazzo Libera, Villalagarina

Iniziative nell’ambito del PRIN Re-cycle:

Ricicla e pedala! Riscoprire Trento in bicicletta lungo i luoghi del riciclo urbano e della mobilità sostenibile, Cityland_scape recycle: tra lacerti di modernità e vuoti a perdere, Modernismo e dismissione industriale”, sguardi e confronti su Recycle Italy. Workshop 

Paesaggi Rifiutati. Workshop propedeutico all’elaborazione del PTC delle Giudicarie

Wood Design/Paesaggi di legno. Workshop di progettazione ad ARTE SELLA con: Comunità di Valle della Vallagarina; Comune di Rovereto; Progetto Manifattura; Comune di Cavalese; ARCA Trentino Sviluppo/ Trentino Marketing; A22 Autostrada del Brennero; Log House; XLAMDolomiti; Comunità delle Giudicarie

REDS – Rome Ecological Design Symposium. La Sapienza, Roma

Urban Re-load. Officina creativa di design. Workshop, Rovereto

Sittings in the city, Workshop di Design

Fuori Salone. Fuori Trentino

Workshop internazionale “Paesaggi di legno, paesaggi di pietra, design per la città e spazio pubblico nel contesto alpino”, Trento, novembre 2010;

Workshop internazionale, “Bolzano, ridisegnare i confini, gli spazi pubblici e le infrastrutture”, con Architectural Association, Master Landscape Urbanism, London;

Membro del Giurì Finale delle critiche al Master “Landscape Urbanism” della Architectural Association di Londra

Workshop internazionale “Brennero Ecocity 2030”, con allievi delle Facoltà di Architettura di Genova, TUM/Monaco, Innsbruck;

ALPS, Biennale del Paesaggio Alpino, 19/20 giugno 2008, Trento/Rovereto, Seminari, mostre, eventi, avvio del premio omonimo per ricerche, ideatore e responsabile scientifico;

Ciclo di seminari internazionali: “SUD, Scale Unite Design d’Europa”, IUAV, Venezia;

10. Progetti di ricerca finanziati | Main research projects

SINTESI DELLE LINEE DI LAVORO GENERALI

SUMMARY OF WORK ACTIVITIES

L’attività scientifica, di G. Pino Scaglione, strettamente collegata alla ricerca e alla didattica e sviluppata nelle occasioni di impegno scientifico e insegnamento, documentata dalle pubblicazioni, dai progetti di concorso e dall’attività sperimentale, è direttamente riferita ai temi identificati dal programma di lavoro scientifico e sviluppata in università italiane e straniere. Attività scientifica rivolta, dall’inizio della carriera e tutt’ora, a comporre le diverse competenze disciplinari di architetti,  designer, urbanisti. Per rendere possibile un quadro comune di ricerca fortemente basato sul ruolo sociale del progetto, sulla fattibilità concreta dei programmi di cambiamento, sul valore evocativo delle immagini al futuro e sulle capacità esplorative e propositive, nonchè strategiche, del progetto di architettura, design, paesaggio. Con collegamenti di natura interscalare e interdisciplinare soprattutto nei riguardi delle discipline dell’ingegneria strutturale, infrastrutturale, ambientale, dell’ecologia e e dei materiali.

Questa attività riguarda alcuni prevalenti filoni di studio, tra loro strettamente interrelati.

La principale attività scientifica, sviluppata all’interno delle aree di studio con il lavoro di ricerca e l’impegno didattico e sperimentale, può essere descritta sinteticamente come segue.

Si tratta di tematiche di fondo sulle quali è incentrato -e prosegue- il lavoro di ricerca e le applicazioni didattiche, di G. Pino Scaglione, sintetizzate in ordine ai temi affrontati in singole occasioni:

a] I paesaggi sociali;

b] Architettura, città contemporanea;

c] Ecological Design e forme del progetto contemporaneo;

Le linee di lavoro sopra sintetizzate hanno trovato occasioni di approfondimento e riflessione, oltre che possibilità di applicazione e sistemazione in:

-esperienze di ricerca

-esperienze didattiche

-esperienze di ricerca applicata

-convegni, dibattiti, mostre, seminari

-pubblicazioni e produzione scientifica 

PROGETTI DI RICERCA finanziati, coordinati da G. Pino Scaglione

RESEARCH PROJECTS funded, coordinated by G. P. S.

In queste occasioni sono state messe in campo sia le capacità di coordinamento, organizzative, di ricerca di fondi, di visione di futuro, di applicazioni e sperimentazioni attraverso le opportunità del Design, dell’Architettura e del Paesaggio in campo pubblico e privato. E’ opportuno sottolineare che l’attività di ricerca applicata e sperimentazione progettuale, per il modo specifico con cui si è legata da sempre alla attività di promozione culturale sui temi del progetto, ha di fatto prevalentemente costituito occasione di ricerca. L’intreccio delle molteplici esperienze, nella ricerca applicata e sperimentazione progettuale, nella ricerca scientifica e nella didattica, ha costituito, insieme alla organizzazione di seminari e mostre, un terreno di continua verifica delle scelte e degli indirizzi di lavoro generali.

“InfrA22Lab”, ricerca per Autobrennero/A22 (2015/2018)

Questa ricerca è la conseguente prosecuzione della prima parte del progetto di ricerca, rivolto a due aspetti specifici della Infrastruttura Osmotica:

- il Design dei dispositivi generali, Autogrill, area di sosta e interscambio

- il Design di barriere antirumore come manufatti di relazione con il contesto e strumenti di abbattimento dell’inquinamento

PRIN ReCycle (2013/2016)

All’interno di un percorso comune, l’unità di ricerca di Trento -articolata in tre gruppi che hanno lavorato su differenti sezioni di paesaggio- ha proposto di affrontare alcuni particolari aspetti della questione legata al “riciclo”. In virtù della peculiarità del contesto alpino, e per esperienze già maturate in questa direzione, ma soprattutto per la possibilità di verificare, anche con l’incrocio di materiali di ricerche in corso, sarà possibile verificare innovazione ed estensione, rispetto a differenti luoghi e tematismi, dell’applicazione del modello del riciclo.  

“Trentino: trasformazioni verso nuovi paesaggi”  (2009/2013)

Su incarico di PAT/Assessorato Urbanistica ed Enti Locali; Il lavoro ha individuato e descritto le principali dinamiche di trasformazione del paesaggio trentino, per comprenderne l’attuale fisionomia, anche in rapporto agli elementi identitari. La lettura dei processi di modificazione e dei fattori di cambiamento ha costituito la base per determinare gli strumenti utili a nuove forme di tutela e valorizzazione che seguano le tendenze in atto e al contempo siano coerenti con le strutture identitarie e contrastino incongruenze e conflitti. Definire i limiti delle trasformazioni del territorio e le strategie per i paesaggi futuri ha richiesto la messa a punto di strumenti di previsione. (Provincia Autonoma di Trento)

Giudicarie DESIGN & ReCycle, (2013/2015)

Ricerche e contributi progettuali per lo spazio pubblico della Comunità delle Giudicarie; Sono stati sviluppati con architetti, designers, studenti, progetti di padiglioni temporanei, sedute, spazi aperti, recycle di manufatti con materiali ecologici e naturali.

“InfraA22scape”, incarico di ricerca di Autobrennero/A22 (2008/2015)

Un progetto di ricerca tra Green Design ed Ecological Urbanism, volto alla definizione dell’A22 come “ecoboulevard della città alpina”: un fondamentale cambio di passo in cui l’autostrada – da nastro chiuso entro il proprio limite fisico– diventi “superficie osmotica”, sistema aperto che si fonda con i contesti ecologici attraversati. Nuovi tracciati autostradale, non più e solo per scorrimento, ma come “ecoboulevard” attivo, che nella valle dell’Adige e sui tratti alpini interseca naturalità e sistemi ecologici, centri urbani e paesaggi con cui costruire, attraverso il Design, nuove forme e dispositivi e un rapporto osmotico.

“DESIGN Slow City/Cities in Nature”, (2008/2015)

Un percorso di ricerca iniziato nel corso della prima edizione di ALPS/Biennale dei Paesaggi alpini e montani (Giugno 2008), rivolto alla comprensione delle relazioni che esistono tra Design ecologico, natura/insediamento e paesaggio nel tratto di città e centri che vanno da Riva del Garda a Innsbruck. Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, nell’ambito della Biennale ALPS;

IL DESIGN dei Paesaggi di Pietra

Ricerca dedicata a nuove potenzialità della pietra trentina, per i nuovi paesaggi e lo spazio pubblico. La ricerca è consistita nella costruzione di un abaco di Design di prodotto per nuovi impieghi del porfido e delle pietre trentine in progetti di spazi pubblici e luoghi collettivi, inoltre nella possibilità di riciclo dei materiali di scarto, attraverso la ricostruzione e il loro reimpiego per mezzo di ricomposizione ecologica. Una parte di ricerca è stata indirizzata verso le possibilità di riequilibrio dei paesaggi delle cave. Progetto sviluppato attraverso la mediazione di Trentino Sviluppo, società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali. (Incarico di ricerca del Consorzio Trentino Pietre e Porfido, coordinamento generale, proposte e prototipi esposti e presentati al Made di Milano, a Verona Fiere Marmomac, Ad Arredo di Bolzano, al Fuori Salone di Milano)

Dolomitico Table

Si tratta del progetto di un tavolo sperimentale, un tavolo di lavoro collettivo, organico e tecnologico, sviluppato all’interno del Laboratorio TALL, diseganto e coordinato da G. Pino Scaglione, per alcune aziende locali trentine che lavorano legno e corian. Un tavolo capace di contenere nel suo Design, elementi visivi e figurativi della Alpi, e materiali naturali e tecnologie costruttive innovative, tra dimensione artiginale e industriale. Progetto sviluppato attraverso la mediazione di Trentino Sviluppo, società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali. (Esposto e presentato al Fuori Salone di Milano)

ORTOTRENTINO progetto di un orto da casa o terrazzo

OrtoTrentino è un progetto di Design  e artigianato, di autoproduzione e collaborazione tra progetto e settore artigiano del legno, realizzato prima come prototipo, e poi commercializzato con la collaborazione di falegnamerie del legno del Trentino, su commissione dall’Azienda Centro Pietre della Valsugana. Un progetto che segue la scia delle esperienze di Design ecologico, di attenzione alla natura e alle sue risorse. Esperienze sviluppate nel contesto trentino e nelle relazioni di ricerca e sperimentazione tra aziende e territori locali e internazionali attraverso la mediazione di Trentino Sviluppo, società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali. Progetto sviluppato all’interno del Laboratorio TALL, e coordinato da G. Pino Scaglione, l’azienda locale-nazionale Muteki Energy.  (Esposto e presentato al Fuori Salone di Milano)

SMART POLE, palo intelligente per armatura illuminante stradaleIl progetto nasce dalla richiesta di collaborazione dell’azienda green Muteki Energy che opera presso la Manifattura di Rovereto, come azienda produttrice di luci a led per le strade e gli spazi aperti. Smart Pole è il progetto di un palo per armature illuminanti stradali che non serva solo a sostenere il lampione, ma sia capace di raccogliere informazioni urbane e fornire servizi alla collettività, attraverso dispositivi informatici. Un contributo alla costruzione della Città Intelligente, attraverso il Design e la grafica.Progetto sviluppato all’interno del Laboratorio TALL, e coordinato da G. Pino Scaglione, l’azienda locale-nazionale Muteki Energy, attraverso la mediazione di Trentino Sviluppo, società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali.  (Esposto e presentato al Fuori Salone di Milano)

PLOT WOOD Table

Il progetto di un tavolo da pranzo, sviluppato con l’azienda trentina Cova Cucine, che sia leggero, trasparente e solido allo stesso tempo. Un paesaggio naturale nella casa, con la base che è fatta di tronchi e rami d’albero realizzati in metallo laccato e un piano in vetro trasparente serigrafato che rappresenta le chiome dell’albero. Progetto sviluppato all’interno del Laboratorio TALL, e coordinato da G. Pino Scaglione, l’azienda locale-nazionale Cova Cucine, attraverso la mediazione di Trentino Sviluppo, società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali. (esposto e presentato al Fuori Salone di Milano)

 

CUCINA NoNeSa | Cucina trentina a Km 0!

L’idea di fondere l’immagine del Trentino ecologico, sensibile alla natura, è il pretesto per il progetto di una cucina realizzata, da una azienda trentina, con i materiali principali (larice, pordido, vernici, metalli, vetri, e lavorazioni) tutte provenienti da un raggio non superiore di 20 chilometri dalla se3de dell’azienda in Val di Non. Il Design della cucina nasce immaginado una casa differente, una casa ecologica, in cui il paesaggio alpino, attraverso elementi della tradizione (i cassettoni, la dispensa, i grandi piani di lavoro in porfido o legno) che si traducono in un comfort e un dimensione estetica che guarda alla natura e alla funzionalità nelle dua dimensione più semplice. La cucina è disegnata, in questo senso, come una microarchitettura attraverso un processo di cura del dettaglio che si traduce in un Design personale e originale. Progetto sviluppato all’interno del Laboratorio TALL, e coordinato da G. Pino Scaglione, l’azienda locale-nazionale Cova Cucine, attraverso la mediazione di Trentino Sviluppo, società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali. (esposto e presentato al Fuori Salone di Milano)

PAdesign Pavilion for Design

Un progetto per la costruzione di un Padiglione per il design, nel parco del Dipartimento di Mesiano, per testare le potenzialità del sistema XLAM brevetto Sofie/Arca e dimostrare l’opportunità di associare buon Design, certificazione energetica, sistema strutturale sperimentale. Del Padiglione è stato realizzato un prototipo in scala 1:1, attraverso la mediazione di Trentino Sviluppo, società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali.  (esposto e presentato al Fuori Salone di Milano)

 

ArteSella Pavilion

Un progetto destinato a riconnettere gli spazi esterni esistenti di Arte Sella grande parco dell’arte nella natura, in Trentino. Il concetto di tessitura e cucitura dell’esistente con il nuovo diventa premessa concettuale di sviluppo di tutto la strategia di Design. La proposta si focalizza in particolare in due aree: l’info point, che è la porta d’ingresso per il primo percorso ArteNatura e l’area di Malga Costa con l’ingresso al secondo percorso ArteNatu- ra. Il sistema proposto viene sviluppato su entrambi i siti e riadattato alle condizioni locali del paesaggio, con la realizzazione di un prototipo in legno, sviluppato con la collaborazione della Aziende Dolomiti X-Lam e Perini Wood House.

 

“CANTIEREGALLIDESIGN”, Art Direction e concept creativo per uno spazio sperimentale dedicato al Design a Roma, si tratta di un progetto collettivo, e soprattutto culturale, sviluppato da G. Pino Scaglione come Direzione Artistica, concept e supervisione scientifica, per uno spazio ex industriale a Roma. La collaborazione con grafici (Black List e LISt), creativi, architetti (Davide Consolati), designers, aziende di Design è stata l’occasione per mettere a frutto il lavoro di ricerca, conoscenza e sperimentazione svolto in università, sui temi di un diverso approccio ai luoghi collettivi, del retail del Design e dell’intrattenimento culturale per il progetto contemporaneo.

Tutte le proposte di ricerca sono state elaborate e prodotte nell’Osservatorio/Laboratorio TALL (Trentino/Altoadige Land-scape Design Lab), con la collaborazione di numerosi Assegnisti e Collaboratori di Ricerca, coordinati per diversi anni da G.Pino Scaglione.  TALL è tutt’ora attiva e accoglie anche un numero significativo di borsisti post laurea che collaborano alle diverse attività di ricerca.

 

11. Attività di divulgazione e di trasferimento tecnologico | Knwoldege and Technology Trasnfer

G. Pino Scaglione, attraverso una costante collaborazione con Trentino Sviluppo, ente di mediazione e società della Provincia Autonoma di Trento con la missione di elevare l’innovazione e la competitività delle produzioni locali, ha svolto un importante ruolo di trasferimento tecnologico dalle ricerche in ambito universitario, alle sperimentazioni di prodotto con aziende locali e nazionali. Inoltre con enti pubbli e privati, enti fieristici e associazioni di categoria, ha svolto un ruolo preminente nella diffusione di una cultura della Design e della qualità del progetto.

CONSULENZE E SUPERVISIONE SCIENTIFICO-PROGETTUALE

- Consulente del MUSE/Museo delle Scienze di Trento, per l’ideazione, cura ed esposizione di “Immaginario alpino” mostra-evento internazionale al MUSE di Trento, novembre (2016);

- Consulente Scientifico e coordinatore per il Museo MAG (Museo Alto Garda) del ciclo di - Incontri su Architettura, Città e Paesaggio e coordinatore delle attività del Laboratorio Urbano RivaUrbanLab (2016);

-Consulente Scientifico di Klimahouse/Fiera Bolzano, Energy Design, Design e Interior (dal 2012 e tutt’ora in corso);

-Consulente Scientifico di Riva Fiere e Congressi Design e Interior;

-Coordinatore degli eventi di preparazione e ideazione di progetto della Triennale Internazionale del Legno, su incarico della Associazione Artigiani e Piccole Imprese del Trentino (incarico terminato);

-Ha curato, per conto del Consorzio Porfido e Pietre del Trentino, un lavoro di Design per nuove opportunità di applicazione del porfido trentino in aree e luoghi pubblici, spazi aperti e interni;

-Per conto di aziende trentine della filiera del legno ha coordinato la supervisione progettuale del progetto “Orto Trentino”, esposto al Fuori Salone di Milano;

KnowLEDGE Transfer

Alcuni tra i risultati ottenuti nel trasferimento tecnologico in termini di partecipazione alla creazione di nuove imprese (spinoff), sviluppo, impiego e commercializzazione di brevetti:

-Consulente Scientifico della Società Tassullo Spa, per la redazione di nuove modalità di tutela del paesaggio della Val di Non, attraverso la creazione di spazi ipogei da destinare ad attività produttive ecosostenibili. 

-Consulente Scientifico della Società Autobrennero/Autostrada A22, per la redazione di dispositivi ecosostenibili e in equilibrio con il paesaggio, creazione di una struttura permanente di progettazione permanente “Infraeco” per servizi avanzati di progettazione sensibile al paesaggio in campo infrastrutturale.

-Consulente Scientifico della Società GreenTrenDesign factory, Progetto Manifattura, per la progettazione sensibile ai temi dell’ecologia e del paesaggio, per imprese ed enti;

-Consulente Scientifico della Società Fiere di Bolzano, per l’organizzazione e la cura di eventi scientifici di livello internazionale.

-Consulente Scientifico della Società Riva del Garda Fiere e Congressi, per l’organizzazione e la cura di eventi scientifici di livello internazionale

-Consulente Scientifico della Società Trentino Sviluppo, per il supporto alla creazione di percorsi di innovazione progettuale e per le Aziende del Consorzio Arca 

-Consulente Scientifico del Consorzio Porfido e Pietre del Trentino per il progetto “Paesaggi di Pietra”, (2010) per la costruzione di percorsi di innovazione nel settore della valorizzazione dei prodotti lapidei e la tutela del paesaggio.

-Consulente Scientifico della Società Trentino Sviluppo, per il supporto alla creazione di percorsi di innovazione progettuale per le Aziende ed Enti pubblici del Trentino (dal 2009 in poi).

-Consulente scientifico di altre società private.

12. Attività di Tutoraggio scientifico e supervisione come relatore di Phd

Activities of scientific tutoring and supervision for Phd

Analoga attività scientifico-formativa è svolta da G.P. Scaglione nell’ambito della Scuola di Dottorato di Ingegneria Ambientale di Trento e in quella di Architettura e Urbanistica della Facoltà di Architettura di Genova, di cui è membro del Board Scientifico.

Tesi di dottorato seguite come relatore:

1. Energy Design in the Landscape, Phd Paolo Picchi;

2. Aesthetics of Sustainability, Design and Stustainability, Phd Ilaria Di Carlo;

3. Design UniversiCity, Phd StudentMarcella Del Signore;

4. InfrA22Lab, Design and Landscape for new Tools of Infrastructures, 

Phd Student Gaia Sgaramella;

5. Energy design and Landscape (2), Phd Student, Giulia Garbarini

MY MOST PUBBLICATIONS WHICH REPRESENT MY THOUGHT

1- 2017. Avventure del progetto, esperienze e ricerche nell’era neomoderna, pp. 1-160

ISBN 9788849853872, vol. 1, G. Pino Scaglione, Autore;

2- 2017. ALPS | Reporting from the ALPS, ECOLOGY, ARCHITECTURE, interior ; 

G. Pino Scaglione Editor and Director, ISBN 9788898774609 | ISSN - 2038-4009-08, pp. da 7 a 116;

3- 2015. Spostamenti Intelligenti, verso nuovi paesaggi ecologici. pp.2-95 - 

ISBN: 9788898774685. In INFRA22LAB vol. 1, G. Pino, Scaglione, Autore;

4- 2015 Kengo KUMA “Monograph.it”, G. Pino Scaglione Editor and Director, ISBN 97888987740501, pp. da 12 a 220;

5- 2014. ALPS | Ecological Design; G. Pino Scaglione Editor and Director, ISSN 2038-4009-05 | ISBN 9788898774081, pp. da 6 a 128;

6- 2013. A22, New ecologies for the osmotic infrastructures - ISBN:9788895623962

Scaglione, Giuseppe; Ricci, Mosè, Autori;

7- 2012. Cities in nature; ecourbanism, architecture, landscape in the alpine cities: Trento, Bolzano, Innsbruck - ISBN:9788895623351, Scaglione, G., Autore;

 

14. TUTTE LE Pubblicazioni |  ALL Publications 

Articolo in rivista     

I. Di Carlo, P. Scaglione (2014). Manifesto per la qualità del progetto sostenibile. ALPS, ISSN: 2038-4009

Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/68163

P. Scaglione, C. Rizzi, S. Staniscia (2013). Slowscapes. Esperienze didattiche e di ricerca in Trentino. 

ARCHALP, vol. 6, p. 58-64, ISSN: 2039-1730, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/69028

Pino Scaglione (2012). The shadows of the Nordic landscapes/Le ombre distese dei paesaggi nordici. MONOGRAPH.IT, vol. 2012, p. 14-17, ISSN: 2279-6886, doi: 10.978.8895623/573, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/93144

G. Scaglione, S. Staniscia (2012). Una nuova idea di lavoro per il paesaggio e i contesti sensibili, il caso trentino. PLANUM, vol. 25, ISSN: 1723-0993, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/92111

C. Diamantini, G. Scaglione, C. Rizzi, S. Staniscia, M. Ricci, V. Cribari (2011). Reinventing A22 ECOBOULEVARD. Verso infrastrutture osmotiche. PLANUM, vol. 23, ISSN: 1723-0993, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/92110

G.Scaglione (2011). Tra metropoli dolce e paesaggio, in “Giro d’Italia dell’architettura” n. 12. Trentino Alto Adige/Italian Journey    . OTTAGONO, vol. n.244, p. 126-167, ISSN: 0391-7487, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/90299 

G.Scaglione (2011). oltre le montagne,oltre la siepe/beyond the mountains, beyond the hedge. ALPS, vol. 2011, p. 10-11, ISSN: 2038-4009- Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/90942

G. Scaglione (2008). Snapshot: luci verso ombre. URBANISTICA, vol. 2008, p. 128-130, ISSN: 0042-1022

Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82777 -Rivista in CLASSE A

G. Scaglione (2007). The Young Sensualist. ARCHITECTURAL DESIGN, vol. 77, p. 86-97, ISSN: 0003-8504, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/59270, Rivista in CLASSE A

G. Scaglione (2005). A Roma nel quartiere Ostiense, Tre sistemi spaziali nell’edificio svuotato. IL GIORNALE DELL’ARCHITETTURA, p. 20-21, ISSN: 1721-5463, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/42393

G. SCAGLIONE (2004). “Incrociare progetti e paesaggi: sequenze per immagini””, PAESAGGIO URBANO, vol. 5, p. 2-11, ISSN: 1120-3544, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/3552

G. Scaglione (2004). Cosenza pensatoio del cambiamento. IL GIORNALE DELL’ARCHITETTURA, vol. 5, p. 34-35, ISSN: 1721-5463, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/21808

G. Scaglione (2004). Cosenza, oltre il piano verso la strategia. D’A. D’ARCHITETTURA, vol. 24, p. 40-47, ISSN: 1720-0342, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/25097    

G. Scaglione (2004). Dossier Paesaggio come paradigma delle trasformazioni- contributo ‘Incrociare progetti e paesaggi: sequenze per immagini’. PAESAGGIO URBANO, vol. 5, p. 2-11, ISSN: 1120-3544, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/21060

 G. Scaglione (2004). Un catalano in Italia. IL GIORNALE DELL’ARCHITETTURA, vol. 3, p. 4, ISSN: 1721-5463, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/57826

contributo in volume (Capitolo o Saggio) 

Pino Scaglione, (2015), Lo spazio della ricerca, lo spazio della prassi: Architettura da Reinventare, In: Franco Nasi, L’Architetto, p. 193-200, Trento/Barcellona, ActarD/ List/

Archivio Istituzionale di UNITN in corso di registrazione;     

Pino Scaglione (2013). Calabria: pre-figurazioni progettuali. In: (a cura di): Alberto Clementi, paesaggi interrotti. p. 133-138, ROMA:Donzelli Editore; Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/68273

Pino Scaglione (2013), Roma, capitale incompiuta del Bel Paese mancato, Editoriale, da una collezione di schegge. In (a cura di): Stefania Staniscia, Monograph.it.research. vol. 5, p. 8-11, Trento/Barcellona/Rotterdam: Actar D/ List/Walters Kluver, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/68274

G. Cacciaguerra, M. Costantini, C. Diamantini, C. Lamanna, G. Scaglione, C. Battaino (2013). UNITN/02 Università di Trento. In: (a cura di): S. Marini, V. Santangelo, RECYCLE ITALY 02 New life cycles for architecture and infrastructure of city and landscape. p. 42-45, Roma:ARACNE editrice S.r.l., ISBN: 9788854862685, doi: 10.4399/97888548626852, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/67226

G. Scaglione (2012). La Costa in-finita: Calabria 800 chilometri di costa tra bellezza e degrado. In: (a cura di): Manuel Gausa Navarro, Mosè Ricci, con Nicola Canessa, Mathilde Marengo, Emanuela Nan, MedNet report 01. p. 122-129, Trento/Barcellona:List, Laboratorio Internazionale editoriale, Trento/Barcellona, ISBN: 9788895623603-Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/95066

G. Scaglione, I. Di Carlo (2012). Manifesto per la qualità del progetto sostenibile. In: G. Scaglione. Cities in nature. Ecourbanism. Landscape. Architecture. Trento: Actar D/List, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/68215

G. Scaglione (2010). From the isolated object to the new european urban landscape. In: (a cura di): Uje Lee, dlle Landscape 1001 Waterfront : Resewing the city : Plaza and Square in Europe. vol. 001, p. 101-114, Seoul; Corea del Sud:C3 Publishing Co, ISBN: 9788986780857, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/79546

G. Scaglione (2007). Università e autostrada: superluoghi di Cosengeles. In: (a cura di): M. Agnoletto, La civilta dei superluoghi : notizie dalla metropoli quotidiana : outlet, aeroporti, stazioni, centri commerciali. p. 184-185, BOLOGNA:Damiani, ISBN: 9788862080088, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/55062

G. Scaglione (2006). “Il waterfront di Reggio Calabria nel Piano Strategico Regionale”. In: (a cura di): Rinio Bruttomesso, Città,porto, catalogo Biennale di Venezia, 2006. p. 200-203, VENEZIA:Marsilio, ISBN: 9788831791052, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82774

G. Scaglione (2005). Green Spines. In: (a cura di): P. Caruso, ‘Paolainmovimento’. p. 70-95, Cosenza, Consorzio Marte, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/28830

G. Scaglione (2005). Paesaggi reticolari intermittenti. In: Itinerari di architettura vicentina contemporanea. vol. 1, p. 6-12, Vicenza, Ordine degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori della provincia di Vicenza, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/64744   

G. Scaglione (2004). Barcellona-urban regeneration. In: (a cura di): F.ALCOZER, S.GABRIELLI, F.GASTALDI, Città-european urban regeneration.. p. 130-133, Firenze:Alinea, ISBN: 9788881258734, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82780

 G. Scaglione (2004). Siviglia-il Parque Tablada. In: (a cura di): F.ALCOZER, S.GABRIELLI, F.GASTALDI, Città-european urban regeneration. p. 230-233, Firenze: Alinea, ISBN: 9788881258734, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82781

monografia o trattato scientifico

G. Scaglione, (2015) Spostamenti Intelligenti, Verso Nuovi Paesaggi ecologici, (a cura di) G. Sgaramella,  ISBN: 9788898774685, Trento/Barcellona:List, Laboratorio Internazionale editoriale, Trento/Barcellona, in corso di inserimento in Archivio Istituzionale di UNITN

 G. Scaglione, S. Staniscia (2013). Trentino, verso nuovi paesaggi. Ricerche sull’evoluzione del paesaggio trentino. Trento:Edizioni Provincia Autonoma di Trento, ISBN: 9788877023544, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/34264

Pino Scaglione, Mosè Ricci (2013)A22, New Ecologies for the Osmotic Infrastructures. Trento/Barcellona/Amsterdam:List/ActarD, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/67627

Pino Scaglione (2012). Cities in nature; Ecourbanism, Architecture, Landscape in the Alpine Cities: Trento, Bolzano, Innsbruck. Trento/Barcellona: List Lab/Laboratorio Internazionale Editoriale-Trento/BarcellonaActar distribuzione internazionale, Barcelona-New York, ISBN: 9788895623351, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/90298

G.Scaglione (2012). REIULF RAMSTAD ARKITEKTER TRASFORMING LANDSCAPES TO MAKE PLACES. vol. 4, Trento-Barcellona:LISt Laboratorio Internazionale di Strategie editoriali, ISBN: 9788895623573, doi: 10.978.8895623/573, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/93068

G.Scaglione (2011). Cosengeles-small spontaneus metropolis. Barcellona / Trento: LISt, laboratorio internazionale di strategie editoriali/Actar-Birkhauser International distribution, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/88371

G. Scaglione, G. Sailer (2010). Dolomiti: Dolomiti geoscape: geografia+geologia=paesaggio = Dolomiti geoscape: geography+geology=landscape. Barcelona; Trento:LISt, Laboratorio Internazionale Editoriale-Barcelona,ActarD-Birkhauser international distribution, ISBN: 9788895623306, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/84890

V. Gómez I Oliver, G. Scaglione (2008). Julio Lafuente: visionarchitecture. Barcelona:List (Laboratorio Internazionale di Strategie Editoriali)/Actar International Distribution, ISBN: 9788895623023, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/35860

G. Scaglione (2008). SlowCity Land-scape, Ecourbanism, Strategy, Project. Barcelona, Trento:List-Laboratorio Internazionale Editoriale, ISBN: 9788895623092, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/49059

 G. Scaglione (2006). L/F/C, Leaf, Flame, Crystal. BARCELONA:ACTAR, ISBN: 9788496540774, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82766

G. Scaglione (2006). Nuovi territori: verso l’innovazione in Calabria. Roma:Meltemi, ISBN: 9788883534874

Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/49054

G. Scaglione (2005). Net.it, a Snapshot of Contemporary Architecture, Design and Photography in Italy. BARCELONA:ACTAR, ISBN: 9788495951892,Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82764

G. SCAGLIONE (2004). Rivista “mad’e”. vol. 1, p. 1-64, ROMA:Kappa Edizion, ’Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/13019

 G. Scaglione (2003). Calabria: paesaggio-città, tra memoria e nuovi scenari. vol. 1, p. 1-124, Soveria Mannelli (CZ):Rubbettino, ISBN: 9788849805727, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/70405curatela     

G. Scaglione, C. Rizzi, S. Staniscia, E. Zanchini (a cura di) (2012). Trentino Alto Adige. Una regione sostenibile. Di G. Scaglione; C. Rizzi; S. Staniscia; E. Zanchini. ECO WEB TOWN, vol. 4, Pescara:Edizione SCUT, Università Chieti-Pescara, ISSN: 2039-2656, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/34336

SCAGLIONE GIUSEPPE (PINO)-, E. BURLANDO (a cura di) (2010). Exploring contemporary age. p. 1-216, Barcelona (Spain):Actar, Barcelona-List Laboratorio Internazionale E, ISBN: 9788492861040, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/79541

G. Scaglione (a cura di) (2010). Monograph.it: Landscape Sensitive Design. Di G.Scaglione. Trento (Italia)-Barcelona (Spain), :LISt, Laboratorio Internazionale di Strategie editoriali/Actar distribuzione internazionale, ISBN: 9788895623214-Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/84136

G. Scaglione (a cura di) (2009). High_Scapes, Alps. Di G.Scaglione. Barcelona:List, Laboratorio Internazionale di Strategie Editoriali /Actar International Distribution, ISBN: 9788895623276, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82765

SCAGLIONE GIUSEPPE (PINO)- (a cura di) (2009). Monograph.it : Realismo magico e altre storie intorno alla città. Architectures, city, urban cultures. p. 1-210, Barcelona:List, Laboratorio Internazionale di Strategie Edit, ISBN: 9788895623092, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/82767

G. Scaglione (a cura di) (2008). Calabria in trasformazione: progettare il futuro governando il presente. URBANISTICA, ROMA: INU edizioni, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/18837, (RIVISTA IN CLASSE A)

SCAGLIONE GIUSEPPE (PINO)- (a cura di) (2005). Alt(r)i paesaggi. Di P.L. Cervellati, G.Scaglione, G.Algieri, M.Angrilli, A.Campennì, A.Busca, F.Ciccone, V.Cappiello, G.Soda, D.Cersosimo, C.Donzelli, M.Carta, M.Francini, G.Celani,. p. 1-120, ROMA:Edizioni Kappa, ISBN: 9788878906617, Archivio Istituzionale di UNITN con codice 11572/58492

 

Note