Claudio Della Volpe

Via Mesiano, 77 - 38123 Trento
tel. 0461 282409
claudio.dellavolpe[at]unitn [dot] it
Area CUN: Ingegneria industriale e dell'informazione (09)
Settore scientifico disciplinare: CHIMICA FISICA APPLICATA (ING-IND/23)

Formazione

Dopo la maturità classica, si è laureato in Chimica il 25-5-76 presso la Università di Napoli "Federico II" con una tesi sulla "Spettroscopia NMR delle soluzioni acquose di alchiluree" (rel. prof. G. Barone - 110/110 e lode). Ha poi superato l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione di Chimico. Ricercatore Confermato di Chimica Fisica a Napoli dal 1984 al 1995, poi Ricercatore Confermato di Chimica Fisica Applicata a Trento fino al 2014 ed infine prof. Associato di Chimica Fisica Applicata dal 2014 presso il DICAM:

Carriera accademica ed attività didattica
Dopo un'esperienza lavorativa esterna all'Università (1977-1983), in ambito scolastico ed industriale, Claudio Della Volpe dall’ 11-1-84 é stato nominato Ricercatore presso il Dipartimento di Chimica dell'Università di Napoli e dal 23-2-87 Ricercatore Confermato sd C02X, Chimica Fisica, (ex gruppo 81).
Dall’ 1-6-95 si è trasferito all’Università di Trento, Facoltà di Ingegneria, Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e Tecnologie Industriali, sd IND-ING 23 - exI15A, Chimica Fisica Applicata.
Si è sempre occupato di Chimica-Fisica; prima nel campo delle soluzioni e poi in quello delle superfici; è autore di oltre 170 pubblicazioni, di cui circa 80 su riviste internazionali.
Nel campo didattico e' stato responsabile delle esercitazioni dei corsi di Chimica Fisica I per Chimici, di Esercitazioni di Chimica Fisica I e II per Chimici, supplente di esercizi di Chimica Fisica II presso l'Università degli studi di Salerno; é responsabile attualmente
-del corso di Chimica Fisica dei processi Biomedici per il corso di laurea Specialistica in Fisica e Tecnologie Biomediche;
-del corso di Processi Elettrochimici per la Laurea Specialistica in Ing. dei Materiali
- del corso di Chimica Fisica Applicata per la laurea in Ingegneria delle Industrie alimentari
- del corso di Advanced thermodynamics per la Scuola di Dottorato in Ingegneria dei Materiali.
E' stato rappresentante dei Ricercatori nella Facoltà di Scienze di Napoli (dall'83 al 89) e nella Giunta del Dipartimento di Chimica dall'85 al 88; e' stato ed è rappresentante dei Ricercatori in Consiglio di Amministrazione a Trento.
Interessi di ricerca

Si è occupato di termodinamica di equilibrio ed irreversibile nel campo delle soluzioni a più componenti e dei problemi relativi all’instabilità gravitazionale di tali soluzioni sviluppando un metodo automatico di misura dei coeffienti di diffusione con la tecnica interferometrica di Gouy.
Dal 1990 si occupa di problemi di analisi e modifica delle superfici dei materiali mediante angolo di contatto, microscopia a forza atomica e plasma RF.
Ha messo a punto metodi di calcolo per la determinazione delle componenti della energia superficiale dei solidi; metodi sperimentali per la misura dell'angolo di contatto di equilibrio sia nella versione sessile che Wilhelmy; si occupa altresi' di protezione dei monumenti; fra i suoi più recenti interessi di ricerca sono da annoverare le tecnologie fotovoltaiche e più in generale i problemi energetici intesi al punto di vista sistemico: valutazione dell'EROEI, dinamica del sistema energetico. Si occupa altresì di Termodinamica delle superfici, Termodinamica irreversibile. Ha pubblicato anche nel campo dell'analisi del clima ed infine si occupa di sicurezza sul lavoro nell'ambito accademico. 

Attività di ricerca
I suoi ultimi lavori riguardano il problema della applicazione della teoria acido-base alla valutazione delle energie libere superficiali e dei lavori di adesione, nonchè la messa a punto di nuovi metodi di misura dell’angolo di contatto e delle grandezze di “wetting” e “dewetting”mediante il metodo vibrazionale. Si occupa anche del problema della protezione dei materiali litoidei mediante protettivi polimerici e dei criteri di valutazione di tale protezione.
Ha messo a punto nuovi metodi di misura dell’angolo di contatto modificando la tecnica di Wilhelmy per campioni non-standard e per ottenere valori di equilibrio di tale grandezza; sta sviluppando metodi per caratterizzare le abilità di dewetting di tensioattivi.
E’ stato responsabile locale di un progetto finalizzato CNR nel sottoprogetto Biomateriali sulla adesione di cellule e batteri ai biomateriali, nell’ambito del quale si tenta di mettere a punto una nuova ed affidabile serie di valori di energia superficiale e delle sue componenti per i polimeri più comuni ed importanti.
E' responsabile locale di un progetto europeo nel VI programma quadro, STREP "Pecticoat" per la caratterizzazione delle pectine naturali ed OGM quali supporti per il controllo dell'adesione cellulare e batterica.
Si occupa di celle a colorante organico e di calcoli di Life Cycle Analysis.
Appartenenza a società e comitati scientifici

E’ socio della Società Chimica Italiana, per la quale è responsabile della SCI-list, la lista di posta elettronica aperta ai soci della SCI; come membro del Comitato editoriale de La Chimica e l'Industria, organo della SCI, e' responsabile della rubrica mensile La chimica allo specchio; è socio dell’AIMAT; Editorial Board di Surface Innovations, Journal of Wettability Science and Technology, PeerJ Physical Chemistry
Editor del blog The Chemistry and the Society.
Scientific Board di ASPO-Italia (
Association for the Study of Oil Peak.)
ed e' referee per le principali riviste internazionali del settore superfici dell'ACS e della RCS.

Premi e riconoscimenti

Ha ricevuto dalla Elsevier un premio perchè il lavoro

C. Della Volpe, D. Maniglio, M. Brugnara, S. Siboni, M. Morra,

"The solid surface free energy calculation: I. In defense of the multicomponent approach"
the Journal of Colloid and Interface Science, Volume 271, Issue 2 (2004)
è stato "Top-50 most cited article" dei giornali Elsevier nel triennio 2004-2007.

 

Ha ricevuto il premio Surface innovations 2018 della ICE per l'articolo Contact angles and wettability, towards common and accurate terminology in Surface Innovations Vol. 5iss. 1 2017 p3-8

Convegni e conferenze
Come risulta dall'elenco dei lavori pubblicati ha partecipato a decine di Congressi nazionali ed internazionali, essendo piu' volte relatore su invito o chairman.Ha organizzato a Trento negli ultimi due anni due brevi Workshop sull'angolo di contatto coinvolgendo ricercatori europei del settore. E' stato relatore su invito in convegni divulgativi sui problemi dell'ambiente e dell'energia.
Altre attività

E' rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza di UniTn