Giorgio Ieranò

Via Tommaso Gar, 14 - 38122 Trento
tel. 0461 281763
giorgio.ierano[at]unitn [dot] it
Area CUN: Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e storico-artistiche (10)
Settore scientifico disciplinare: LINGUA E LETTERATURA GRECA (L-FIL-LET/02)

Formazione

- Diplomato con 60/60 al Liceo Classico "G.Berchet" di Milano il 28/7/1980
- Laureato con 110/110 E LODE all'Università statale di Milano il 17/2/1986.
- Diplomato il 13/5/1986 presso il Goethe-Institut di Milano con il Kleines Deutsches Sprachdiplom corrispondente al settimo anno di corso.
- Vincitore nel 1988 di una borsa di studio del Ministero della cultura austriaco per svolgere studi presso l'Università di Vienna.
-Vincitore per l'anno accademico 1988/89 di una borsa di studio della Fondazione Confalonieri di Milano per svolgere ricerche nell'ambito della filologia classica
- Dottorato di ricerca in Filologia e storia del mondo classico presso l'Università degli Studi di Milano (dall'anno accademico 1989/90 all'anno accademico 1992/93). Il 23/9/93 proclamato dottore di ricerca.

Carriera accademica ed attività didattica

Professore ordinario di Letteratura greca presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia.

Direttore del Laboratorio dipartimentale “Dionysos” (dionysos.lett.unitn.it)

Direttore del Centro interuniversitario 'Studi sulla tradizione' (CIRST, in consorzio tra le Università di Bari, Padova, Trento e la Scuola superiore di studi storici di San Marino)

-----

Lavora all'Università di Trento dal 1994. Ha insegnato e insegna Letteratura greca, Grammatica greca, Filologia classica, Filologia greca, Storia del teatro antico e, per quattro anni, a partire dall'AA 2001/2002, ha tenuto anche il corso di Storia del teatro e dello spettacolo.

 

Interessi di ricerca

Teatro antico - Tradizione dell'antico nelle letterature moderne - Mito greco - Lirica corale greca d'età arcaica

Attività di ricerca

Responsabile scientifico del Laboratorio dipartimentale "Dionysos" - Archivio digitale del dramma antico (dionysos.lett.unitn.it).

Direttore del Centro interuniversitario 'Studi sulla tradizione' (CIRST, in consorzio tra le Università di Bari, Padova, Trento e la Scuola superiore di studi storici di San Marino)

Responsabile per Trento del Réseau International de Recherche et de Formation à la Recherche « LA TRADITION MYTHOGRAPHIQUE EN EUROPE DE L’ANTIQUITE  AU XVIIème SIECLE», POLYMNIA

Coordinatore scientifico del Seminario permanente Untersteiner promosso da Facoltà di Lettere e Comune di Rovereto.

Responsabile scientifico del progetto "Il fondo Untersteiner presso la biblioteca ‘G. Tartarotti’ di Rovereto, valorizzazione e pubblicazione degli inediti" finanziato dal Comune di Rovereto nell'ambito dell'accordo di programma con l'Università di Trento----------------

Già vicecoordinatore del dottorato internazionale in Filologia e storia dei testi con sede amministrativa a Trento, consorziato con l'università di Lille III e l'EHESS di Parigi.

Già vice-coordinatore del dottorato di ricerca "Le forme del testo"

Prima membro e poi coordinatore locale di un gruppo di ricerca trentino nell'ambito di una ricerca nazionale cofinanziata dal Miur. Il gruppo di ricerca si è occupato dell’interpretazione e della tradizione del testo di Eschilo all’interno di una ricerca nazionale sul teatro antico (coordinatore nazionale: Giuseppe Mastromarco, Università di Bari).

Già coordinatore del progetto europeo "A new Aeschylus Edition" finanziato dall'Unione Europea nell'ambito dei progetti Marie Curie (cod. prog. 40100957) .

Già responsabile del progetto PAT-CRS "Il teatro greco nella cultura contemporanea", finanziato dalla Provincia autonoma di Trento.

Appartenenza a società e comitati scientifici

Membro dell'International Network for the Study of Archaic and Classical Greek Song (http://greeksong.ruhosting.nl/)

Direttore responsabile della rivista internazionale FuturoClassico (organo del Centro Interuniversitario di Ricerca di ‘Studi sulla Tradizione': http://ojs.cimedoc.uniba.it/index.php/fc)

Membro del Comitato scientifico della rivista internazionale Polymnia (http://polymnia.recherche.univ-lille3.fr/revue/)

Membro del Comitato scientifico della rivsta internazionale Humanitas (https://digitalis.uc.pt/pt-pt/revista?id=90310&sec=5)

Socio ordinario dell'Accademia roveretana degli Agiati

 

Premi e riconoscimenti

Ha ricevuto nel maggio 2007 in Vaticano il premio "Ad Fontes" bandito dal Pontificio Comitato di Studi Storici per la promozione dello studio del latino.

Ha ottenuto nel gennaio 2014 l'abilitazione scientifica nazionale come “Professore ordinario di prima fascia” anche per il settore scientifico "“Filologia classica e tarda antica”.

Convegni e conferenze

Università di Freiburg (Germania), giugno 1998: con una relazione al convegno internazionale su "Bakchylides. 100 Jahren nach seiner Wiederentdeckung).

Università di Urbino, settembre 1998: con una relazione al convegno internazionale su "Medea"

Università di Trento, febbraio 1999: con una relazione al convegno in memoria di Mario Untersteiner

Cornell University (Ithaca), maggio 1999: partecipazione, su invito, al seminario di studi su Eschilo del gruppo Corhali (Cornell, Harvard, Lille)

Università di Torino, febbraio 2001, relazione al convegno internazionale "I Sette a Tebe dal mito alla letteratura"

Università di Trento, aprile 2002: con una relazione al convegno internazionale "L'officina ellenistica".

Princeton University, giugno 2002: partecipazione, su invito, al seminario di studi su Euripide dl gruppo Corhali (Cornell, Harvard, Lille)

Universitat de Barcelona, Departament de Filologia Grega, maggio 2003, conferenza su "Metafore marinare nella letteratura greca antica e moderna"

Oxford, University College, luglio 2004: invitato come relatore al convegno internazionale Oxford Dithyramb Conference.

Università di Trento, settembre 2004: relatore al convegno internazionale su Eschilo

Paros, giugno 2004: partecipazione, su invito, al seminario internazionale dell'Ekevi (Centro nazionale greco del libro) sulla letteratura neogreca

Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia, conferenza sugli "Uccelli" di Aristofane (29 novembre 2005)

Università di Coimbra, aprile 2005: relatore al convegno internazionale sulla presenza dell'antico nella cultura moderna

Università di Bologna (Ravenna), gennaio 2006: relatore al convegno internazionale "Omero mediatico" (Università di Bologna).

Roma, Università "Sapienza", marzo 2009: conferenza sull'Eracle di Euripide

Berlino, Humboldt Universitaet, agosto 2009: relatore al convegno internazionale della Fiec (Federazione internazionale di Studi Classici)

Università di Bologna (Ravenna), marzo 2010: relatore al convegno internazionale "Edipo classico e contemporaneo"

Genova, Palazzo Ducale, giugno 2010: relatore al convegno internazionale del Festival del Comico

Università di Coimbra, giugno 2010: relatore al seminario internazionale della Scuola di dottorato dell'Istituto di Filologia classica

Rutgers University, ottobre 2011, conferenza su "The Dithyrambic poet and the city of Athens"

Università di Roma3, marzo 2012, relatore ai Seminari del Dipartimento di studi sul mondo antico

Università di Bologna, aprile 2012, relatore al seminario "Sulla traduzione dei testi antichi. Teoria traduttiva e pratica teatrale"

Università di Palermo, aprile 2012, relatore al convegno dell'Istituto nazionale del dramma antico "Tirannici Numi"

Università di Messina, maggio 2102, conferenza "Dioniso e Penteo tra Eumenidi e Baccanti"

Università di Helsinki (Finlandia), agosto-settembre 2012, relatore al congresso dell'European Association of Archaeologists

Université Paris IV Sorbonne (Francia), 29 novembre-1 dicembre 2012, relatore al convegno "Aux origines de la théorie et de la littérature artistique"

Università di Padova, 11-13 dicembre 2012, relatore al convegno "Conflitti generazionali"

Università Statale di Milano, 5 marzo 2103, relatore al seminario "Oreste e Amleto. Due classici a teatro"

Università di Coimbra, 7-8 marzo 2013, relatore al convegno "O melhor de tudo é a agua. Real e simbólico: da Antiguidade aos nossos dias"

Civica Scuola di Teatro "Paolo Grassi" (Milano), lezione sulle "Baccanti" di Euripide (26 febbraio 2014)

Università "Ca' Foscari" di Venezia, intervento nell'ambito del ciclo "Classici contro" (6 marzo 2014)

Roma, Teatro dei Dioscuri al Quirinale, relatore al convegno internazionale dell'Istituto del dramma antico "Agamennone cent'anni dopo" (27-29 marzo 2014)

Università Sapienza "Roma", relatore ai seminari "Luigi Enrico Rossi" sul tema "The context of Dithyramb" (31 marzo 2014)

Università di RomaTre, Centro di ricerca interdipartimentale di studi americani, relatore al convegno "Miti e culture contemporanee tra Europa e Americhe" (22 maggio 2014)

Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, conferenza sulle Baccanti di Euripide, 21 novembre 2014

Università degli Studi di Chieti, 17 dicembre 2014, conferenza sulle Baccanti di Euripide

Accademia Olimpica di Vicenza, novembre 2015, relatore al convegno "Blashpemia. Il teatro e il sacro"

Università degli Studi di Bari, novembre 2015, relatore al convegno "Il sangue e la stirpe".

Università di Coimbra, marzo 2016, relatore al convegno internazionale "Clastea III"

Altre attività

Ha lavorato a molte traduzioni e adattamenti teatrali di classici greci. In particolare, ha collaborato per anni con il Teatro della Tosse di Genova in particolare per i grandi spettacoli all'aperto del 1999 ("I Persiani alla Fiumara") e del 2000 ("Aristofane: gli Uccelli e altre utopie"), con la regia di Tonino Conte e le scene di Emanuele Luzzati. Per il TeatroDue di Parma ha tradotto i "Persiani" di Eschilo (2017. regia di Andrea Chiodi con Elisabetta Pozzi). Per l'Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa ha curato la traduzione delle "Baccanti" di Euripide (2012, regia di Antonio Calenda), dei "Sette contro Tebe" di Eschilo (2017, regia di Marco Baliani) e dell'Eracle di Euripide (2018, regia di Emma Dante). E' consulente scientifico del Teatro pubblico ligure per i progetti "Iliade. Un racconto mediterraneo" e "Odissea. Un racconto mediterraneo". Ha scritto e scrive per svariati periodici e quotidiani nazionali e collabora con i programmi di divulgazione di RaiStoria. Prima del 1994 ha lavorato come giornalista professionista ed è stato tra l'altro redattore delle pagine culturali del settimanale "Panorama".