Andrea Di Nicola

Professore aggregato

Facoltà di Giurisprudenza


Via Verdi, 53 - 38122 Trento
tel. 0461 281823
andrea.dinicola[at]unitn [dot] it
Area CUN: Scienze politiche e sociali (14)
Settore scientifico disciplinare: SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE (SPS/12)

Formazione

Nel giugno 2001 ha conseguito il dottorato di ricerca in criminologia, Università di Bari-Trento, XIII ciclo, con una tesi dal titolo: “La criminalità economica organizzata: le dinamiche dei fenomeni, una nuova categoria concettuale e le sue implicazioni di policy” (docente guida: professor Ernesto U. Savona).
Nel dicembre 1996 ha conseguito la laurea in Giurisprudenza, Università di Trento, con votazione 110/110 e lode, con una tesi in criminologia dal titolo “Politiche migratorie e traffico internazionale di migranti in Europa” (relatore: professor Ernesto U. Savona).
Tra settembre 1995 e dicembre 1996 ha condotto un’attività di stage presso Transcrime, Centro interdipartimentale di ricerca sulla criminalità transnazionale, Università di Trento.
Nell’anno accademico 1990–1991 ha conseguito il diploma di maturità scientifica, Liceo Scientifico “A. Messedaglia” di Verona, con voto 60/60.

Carriera accademica ed attività didattica

Attualmente ricercatore confermato e professore aggregato nel settore disciplinare SPS/12 - Sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale. Ricercatore dal 01/01/2004.

- dall'a.a. 2011/12: co-docente affidatario del corso eCriminology. ICT, law and criminology nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento (20 ore di lezione, 2 crediti).

- da maggio 2011: membro della Commissione istruttoria per la redazione del Codice etico dell'Università degli Studi di Trento.

- ottobre 2008-ottobre 2012: membro del Consiglio di Amministrazione dell'Università degli Studi di Trento (rappresentante dei ricercatori).

- dal XXIV ciclo di dottorato (avvio: a.a. 2008/09): membro del collegio dei docenti del dottorato in studi internazionali dell'Università degli Studi di Trento, dove un curriculum di studi riguarda la criminalità transnazionale. Svolge attività didattica (a.a. 2011/2012: 14 ore di didattica frontale in lingua inglese) e supervisione di tesi di dottorato (a.a. 2011/2012: supervisione di 3 tesi di dottorato).

- novembre 2006-febbraio 2007: organizzazione, coordinamento scientifico e moderazione (insieme al prof. G. Fornasari) dei "Seminari di Antimafia 2006-2007" (5 seminari con magistrati antimafia e esperti del settore) organizzati all'Università di Trento dalla Facoltà di Giurisprudenza, dal Dipartimento di Scienze Giuridiche e da Transcrime.

- a.a. 2005/06-2006/07: membro del consiglio direttivo del Master universitario di primo livello in Sicurezza Urbana dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

- dicembre 2005-febbraio 2006: organizzazione, coordinamento scientifico e moderazione (insieme al prof. G. Fornasari) dei "Seminari di Antimafia 2005-2006" (5 seminari con magistrati antimafia e esperti del settore), organizzati all'Università di Trento dalla Facoltà di Giurisprudenza, dal Dipartimento di Scienze Giuridiche e da Transcrime.

- dall'a.a. 2005/06 all'a.a. 2011/12: co-docente affidatario del corso libero Aspetti criminologici e giuridici del fenomeno mafioso nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento (20 ore di lezione, 2 crediti).

- dall'a.a. 2004-2005: docente affidatario dei corsi di criminologia (42 ore di lezione e 10 ore di seminari, 6 crediti) e di criminologia applicata (42 ore di lezione e 10 ore di seminari, 6 crediti) nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di di Trento.

- dall'a.a. 2004-2005: delegato della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento per le questioni legate alla disabilità.

- dall'a.a. 2004/05 all'a.a. 2007/08: coordinatore Socrates-Erasmus della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento.

- Referente per l'Università degli Studi di Trento del Protocollo tra l'Università degli Studi di Trento e la Commissione Parlamentare Antimafia in materia di ricerca e didattica sulla criminalità organizzata (XIV legislatura).

- dal XX (avvio: a.a. 2004/05) al XXIII (avvio: a.a. 2007/08) ciclo di dottorato: membro del collegio dei docenti del dottorato internazionale in criminologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha svolto attività didattica, di supervisione di tesi di dottorato e di referaggio.

- gennaio 2004-dicembre 2009: coordinatore di ricerca della sede di Trento di Transcrime, Joint Research Centre on Trasnational Crime, Università degli Studi di Trento/Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

- settembre 2003-dicembre 2003: contrattista presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Trento.

- settembre 2001-settembre 2003: assegnista per la collaborazione ad attività di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Trento.

- dall'a.a. 2000/2001 all'a.a. 2002/2003: cultore della materia presso la cattedra di criminologia della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento. Esercitazioni (10 ore) e seminari integrativi al corso di criminologia; collaborazione, in qualità di tutor, al corso avanzato di criminologia della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento e al dottorato internazionale di criminologia dell'Università degli di Trento. - dicembre 1996-dicembre 2003: ricercatore presso Transcrime, Centro interdipartimentale di ricerca sulla criminalità transnazionale dell'Università degli Studi di Trento.

Dal 2000 ha tenuto numerosi corsi, lezioni e seminari in contesti istituzionali internazionali nazionali (Ministero dell’Interno, Ministero della Difesa, Nazioni Unite, Commissione europea, Consiglio d’Europa) e in diversi Master (Master of Laws (LL.M.) in International Organisations, International Criminal Law and Crime Prevention, Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino e UNICRI - United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute; Master in sviluppo locale per i Balcani” delle Università di Trento e Bolzano; Master in Sicurezza Urbana dell’Università Cattolica del Sacro Cuore).

Interessi di ricerca

Principali interessi di ricerca: studio della criminalità organizzata (e delle attività illecite ad essa connesse, come il traffico di migranti e richiedenti asilo e la tratta di persone, il traffico di sostanze stupefacenti, il traffico di opere d’arte) ed economica (frodi internazionali, corruzione internazionale e nazionale, riciclaggio di denaro sporco, sfruttamento dei paradisi fiscali) e delle possibili contromisure a livello investigativo, penale e preventivo, con particolare attenzione alla situazione europea.

Altri interessi di ricerca: previsione della criminalità, forme di prevenzione della criminalità, con particolare attenzione alla prevenzione precoce del disagio e della devianza giovanile; sicurezza urbana e politiche di sicurezza urbana; devianza e criminalità tra i giovani, anche stranieri (baby gang straniere) e cultura della legalità tra i giovani; alcoolismo e tossicodipendenze; rapporto tra migrazione e criminalità; valutazione delle politiche di riduzione del crimine; costi della criminalità; analisi del rischio criminalità e crime proofing; indagini di vittimizzazione delle persone e delle imprese.

Attività di ricerca

Da marzo 2010: ha ideato e costituito il gruppo di ricerca eCrime. ICT, law & criminology (www.ecrime.unitn.it) nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento, di cui è il coordinatore. In questa veste Di Nicola, in qualità di responsabile di progetto, ha attratto finanziamenti europei competitivi (con revisione tra pari) per un totale di più di 3 milioni di Euro. Dirige i relativi gruppi di ricerca, nazionali e, soprattutto, internazionali. Membri di eCrime sono docenti, assegnisti di ricerca, dottorandi afferenti all'Università degli Studi di Trento e esterni, stranieri e italiani. Docenti interni: proff. Giuseppe Espa, Fausto Giunchiglia, Themis Palpanas; esterni: proff. Georgios Antonopoulos (Teesside University, UK), Carlo Morselli (University of Montreal, CDN), Barbara Vettori (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, IT), Damián Zaitch (University of Utrecht, NL). Alcuni tra i partner di ricerca internazionale nelle ricerche che Di Nicola dirige: Center for the Study of Democracy (BG); Fondazione Bruno Kessler (IT); National Institute for Advanced Studies on Security and Justice (FR); Teesside University (UK); University of Leeds (UK); University of Utrecht (NL).

Da gennaio 2004 a dicembre 2009: coordinatore di ricerca della sede di Trento di Transcrime, Joint Research Centre on Transnational Crime, Università degli Studi di Trento/Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Per Transcrime Di Nicola, in qualità di responsabile di progetto, ha coordinato: 1) la redazione di proposte progettuali vincenti, per finanziamenti europei competitivi (con revisione tra pari), per un valore superiore a 2 milioni di Euro; e 2) la successiva realizzazione delle ricerche. Ha inoltre coordinato la redazione di proposte di ricerca vincenti (ed è stato poi responsabile dei relativi progetti) per appalti pubblici, nazionali e internazionali, per un valore superiore a 400.000 Euro. Più specificamente l'attività di coordinatore della sede di Trento di Transcrime ha comportato: a) l'elaborazione di progetti di ricerca criminologica; b) la loro realizzazione, in caso di approvazione; c) responsabilità nell'organizzazione e coordinamento di gruppi di ricerca complessi, spesso internazionali; d) rapporti internazionali costanti con centri di ricerca stranieri di eccellenza nel settore della criminologia. Alcuni tra i partner di ricerche internazionali di cui Di Nicola è stato responsabile: Centre National de la Recherche Scientifique (FR); HEUNI, European Institute for Crime Prevention and Control, United Nations (FI); Institute for International Research on Criminal Policy, Ghent University (BE); Istituto Nazionale di Criminologia (RO); Jill Dando Institute of Crime Science, University College of London (UK); Max Planck Institute for Foreign and International Criminal Law (DE); University of Castilla-La Mancha (ES); National Council for Crime Prevention (SE); University of Rotterdam (NL); University of Wales (UK); Vrije Universiteit Amsterdam (NL); UNICRI (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute); e) contatti per finalità di ricerca con istituzioni sovranazionali nel settore della sicurezza (Europol, Eurojust, DG Home Affairs e DG Research della Commissione europea, Nazioni Unite, Consiglio d'Europa).

Ad eCrime e a Transcrime questi i progetti di ricerca europei e nazionali finanziati con revisione tra pari di cui è o è stato coordinatore/responsabile:

- "La valutazione di impatto delle politiche di contrasto alla criminalità organizzata" (titolo complessivo: "Politiche penali ed extrapenali di contrasto alla criminalità organizzata: una valutazione di impatto nella prospettiva dell'armonizzazione europea"). Finanziatore: MIUR. Programma: PRIN. Coordinatore: prof. Savona (UNICATT). Partner: proff. Fiandaca (UNIPA), Fornasari (UNITN), Moccia (UNINA) e dott. Di Nicola (UNITN). Fin: 18.000 Euro. Gen 2006-gen 2008.
- "MARC. Developing Mechanisms for Assessing the Risk of Crime due to legislation and products in order to proof them against crime at an EU Level". Finanziatore: EU Commission, DG Research. Programma: EU FP6. Leader: UNICATT (IT). Partner: Cardiff Univ (UK); HEUNI (FIN); IRCP (BE); Jill Dando Institute of Crime Science (UK); Max Planck Institute (D); National Council for Crime Prevention (SE); UNITN (IT); CNRS (FR); Intertek (UK). Mag 2004-apr 2006. (*specificazione II riga). 24 mesi. Responsabile Unità

- "IKOC. Improving Knowledge on Organised Crime to develop a common European approach". Finanziatore: EU Commission, DG Research. Programma: EU FP6. Leader: UNICATT (IT). Partner: Cardiff University (UK); UNITN (IT); Centre National de la Recherche Scientifique (FR); Europol (NL); International Federation of Phonographic Industries (IFPI) (CH); Telecom Italia S.p.A. (IT). Periodo: apr 2004-apr 2006. 24 mesi. Responsabile Unità
- "eSECURITY. ICT for knowledge-based and predictive urban security". Finanziatore: EU Commission, DG Home Affairs. Programma: Prevention of and Fight Against Crime (ISEC 2011). Leader: eCrime, UNITN (IT). Partner: Fondazione Bruno Kessler (IT); Comune di Trento (IT); Questura di Trento (IT). Finanziamento: 404.000 Euro. Periodo: nov 2012-apr 2014. 30 mesi. Coordinatore progetto
- "FAKECARE. Developing expertise against the online trade of fake medicines by producing and disseminating knowledge, counterstrategies and tools across the EU". Finanziatore: EU Commission, DG Home Affairs. Programma: Prevention of and Fight Against Crime (ISEC 2011). Leader: eCrime, UNITN (IT). Partner: Teesside University (UK); Agenzia Italiana del Farmaco (IT); RiSSC (IT); INTERPOL (FR); IRACM (FR); LegitScript (USA). Finanziamento: 366.000 Euro. Periodo: sett 2012-sett 2015. 36 mesi. Coordinatore progetto
- "MONAC. Monitoring Anti-Corruption in Europe: Bridging Policy Evaluation and Corruption Measurement". Finanziatore: EU Commission, DG Home Affairs. Programma: Prevention of and Fight Against Crime (ISEC 2011). Leader: Center for the Study of Democracy (BG). Partner: eCrime-UNITN (IT). Finanziamento: 155.000 Euro. Periodo: ago 2012-ago 2014. 24 mesi. Responsabile Unità
- "FINOCA. Financing of Organised Crime Activities". Finanziatore: EU Commission, DG Home Affairs. Programma: Prevention of and Fight Against Crime (ISEC 2011). Leader: Center for the Study of Democracy (BG). Partner: eCrime, UNITN (IT); Teesside University (UK); State Police of Latvia (LV); General Directorate for Combat of Organized Crime (GDCOC) (BG); National Institute for Advanced Studies on Security and Justice (FR). Finanziamento: 131.000 Euro. Periodo: nov 2012-nov 2014. 24 mesi. Responsabile Unità
- "WEB PRO ID. Developing web-based data collection modules to understand, prevent and combat ID related crimes and facilitate their investigation and prosecution". Finanziatore: EU Commission, DG Home Affairs. Programma: Prevention of and Fight Against Crime (ISEC 2010). Leader: eCrime, UNITN (IT). Partner: RiSSC (IT); Telecom (IT); Vodafone (IT); Wind (IT); Consorzio per la Tutela del Credito (IT); Ministero dell'Economia e delle Finanze (IT). Fin: 198.000 Euro. Periodo: mar 2011-mar 2014. 36 mesi. Coordinatore progetto
- "MONTRASEC. Monitoring Trafficking in human beings and Sexual Exploitation of Children: benchmarking for Member State and EU reporting, turning the SIAMSECT templates into a user-friendly interface and reporting tool". Finanziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: AGIS. Leader: Institute for International Research on Criminal Policy (Ghent University, BE). Partner: Transcrime, UNITN/UNICATT (TC)(IT). Periodo: giu 2008-dic 2009.
18 mesi Responsabile progetto per TC
- "E-SERVICES CRIMES: Theft and illegal use of electronic services". 24 mesi. Responsabile progetto per TC Finanziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: AGIS 2006. Leader: Centre for Criminology and Criminal Justice, Loughborough University (UK). Partner: Transcrime, UNITN-UNICATT (TC)(IT); Hungarian Academy of Sciences (HU). Periodo: dic 2006-dic 2008.
- "HOW MUCH? A Pilot study on four key EU Member and Candidate Countries on the demand for trafficked prostitution". Finanziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: AGIS. Leader: Fondazione ISMU (IT). Partner: Council for Crime Prevention, BRA (SE); University of Rotterdam (NL); National Institute of Criminology (RO). Periodo: gen 2006-gen 2008. 24 mesi. Co-curatore della ricerca
- "SIAMSECT. Elaboration of an EU template and collection plan for Statistical Information and Analysis on Missing and Sexually Exploited Children and Trafficking in human beings". Finanziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: DAPHNE 2005. Leader: Institute for International Research on Criminal Policy (Ghent University, BE). Partner: Transcrime, UNITN/UNICATT (TC)(IT). Periodo: giu 2005-dic 2006. 18 mesi. Responsabile progetto per TC
- "Study on a EU regulation for anonymous witnesses and the protection of threatened witnesses or (ex-) members of criminal gangs who wish to cooperate with the judicial authorities". Finaziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: AGIS 2004. Leader: Institute for International Research on Criminal Policy (Ghent University, BE). Partner: Transcrime, UNITN/UNICATT (TC)(IT). Periodo: giu 2004-giu 2005. 12 mesi. Responsabile progetto per TC
- "MON-EU-TRAF II. A study for monitoring the international trafficking of human beings for the purpose of sexual exploitation in the EU Member States". Finanziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: STOP 2000. Leader: Transcrime, UNITN (TC)(IT). Partner: Research Centre on Criminology, University of Castilla-La Mancha (ES); HEUNI (FI). Periodo: set 2002-set 2004. 24 mesi. Responsabile progetto per TC
- "Dilemmas facing the legal profession and notaries in their professional relationship with criminal clients". Finanziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: FALCONE 2001. Leader: University of Amsterdam (Vrije Universiteit, NL). Partner: Transcrime, UNITN (TC)(IT). Periodo: ott 2001-ott 2002. 12 mesi. Responsabile progetto per TC
- "Illicit practices in the construction industry: vulnerability to organized crime and corrupting agents in urban planning and the building industry". Finanziatore: EU Commission. Programma: FALCONE 2001. Leader: Instituto Andaluz Interuniversitario de Criminología, Sección Málaga (ES). Partner: Transcrime, UNITN (TC)(IT). Periodo: ott 2001-ott 2002. 12 mesi. Responsabile progetto per TC
- "MON-EU-TRAF. A pilot study on three european union immigration points for monitoring the international trafficking of human beings for the purpose of sexual exploitation across the European Union". Finanziatore: EU Commission, DG Justice and Home Affairs. Programma: STOP 2000. Leader: Trascrime, UNITN (TC)(IT). Partner: National Research Institute of Legal Policy (FI); Research Centre on Criminology, University of Castilla-La Mancha (ES). Periodo: apr 2000-apr 2002.
12 mesi. Responsabile progetto per TC
 

Molti altri sono stati i progetti europei e nazionali finanziati con revisione tra pari a cui ha partecipato come membro di Transcrime (che in questa sede non veongono riportati).

ALTRE RICERCHE INTERNAZIONALI E NAZIONALI DI CUI E' STATO COORDINATORE O ESPERTO

- dicembre 2008-dicembre 2009: responsabile del "Servizio di expertises e competenze per il monitoraggio, raccolta dati, ricerche sperimentali, elaborazione ed implementazione di un sistema informatico per supportare l'attivazione dell'Osservatorio sul fenomeno della tratta degli esseri umani", finanziato a Transcrime dalla Presidenza del Consiglio-Dipartimento per le Pari Opportunità (appalto pubblico di ricerca).

- febbraio-aprile 2008: co-curatore della ricerca "La sicurezza sul lavoro. Dalla comprensione delle cause degli infortuni alla loro prevenzione", sviluppata dall'Osservatorio sulla sicurezza nel Trentino per la Provincia autonoma di Trento nell'ambito del Sistema integrato di sicurezza nella Provincia autonoma di Trento.

- settembre 2007-settembre 2008: responsabile per l'Università degli Studi di Trento dell'indagine di vittimizzazione delle imprese in Italia all'interno del progetto "Implementazione analisi criminale", finanziato dal Ministero dell'Interno (Programma Operativo Nazionale "Sicurezza per lo sviluppo del Mezzogiorno d'Italia 2000/2006" - Misura III. 1 "Assistenza Tecnica"). Si è trattato della prima indagine di vittimizzazione delle imprese in Italia e la terza in Europa, dopo quelle inglese e olandese.

- aprile 2007-aprile 2008: co-curatore della ricerca "Scenari sulla sicurezza in Trentino. Tra sicurezza reale e sicurezza percepita", sviluppata dall'Osservatorio sulla sicurezza nel Trentino per la Provincia autonoma di Trento nell'ambito del Sistema integrato di sicurezza nella Provincia autonoma di Trento.

- gennaio 2007-dicembre 2009: responsabile del progetto-intervento "Scommettiamo sui giovani", finanziato dalla Provincia autonoma di Trento nell'ambito del Sistema integrato di sicurezza del Servizio autonomie locali e coordinato da Transcrime in cooperazione con la Facoltà di Scienze Cognitive dell'Università di Trento e l'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, il Servizio Autonomie locali, il Servizio politiche sociali e abitative, il Servizio per lo sviluppo e l'innovazione del sistema scolastico e formativo della Provincia autonoma di Trento. - gennaio 2007-luglio 2007: esperto del progetto "Raising the institutional and professional capacity of the Corruption Prevention and Combating Bureau (Latvia)", finanziato dalla Commissione europea e condotto dalla Rambøll Management (Danimarca) (appalto pubblico di ricerca).

- gennaio 2006-dicembre 2007: curatore della ricerca "Immigrazione e cittadinanza a Trento" nell'ambito del Sistema Integrato di Sicurezza (SIS) della Provincia autonoma di Trento con la collaborazione del DAP-Ministero della Giustizia. - settembre 2005-ottobre 2005: esperto del progetto "Strengthening of administrative capacities in the Fight Against Corruption, Lithuania", finanziato dalla Commissione europea e condotto dalla Rambøll Management (Danimarca) (appalto pubblico di ricerca). In particolare ha elaborato una metodologia per evitare che la legislazione lituana produca involontariamente opportunità di corruzione, che ha presentato al Governo lituano. La metodologia è stata recepita dalle autorità lituane. Il processo legislativo lituano ora prevede un metodo per analizzare in via preventiva i progetti di legge e modificarli qualora producano involontariamente rischi di corruzione.

- gennaio 2005-maggio 2005: responsabile dello "Study on national legislation on prostitution and the trafficking in women and children", progetto finanziato a Transcrime dal Parlamento europeo (appalto pubblico di ricerca).

- 2004-2009: coordinatore dell'attività di ricerca del "Sistema integrato di sicurezza nella Provincia di Trento" e dell'"Osservatorio sulla sicurezza nel Trentino", Provincia Autonoma di Trento.

- gennaio 2001-ottobre 2001: co-autore della ricerca "Transparency and money laundering. Study of the regulation and its implementation in the EU Member States, that obstruct anti-money laundering international cooperation (banking/financial and corporate/company regulative fields)", progetto finanziato a Transcrime dal Parlamento europeo e dalla Commissione euroea (appalto pubblico di ricerca).

- dicembre 2000-aprile 2003: responsabile della ricerca "Tratta di persone a scopo di sfruttamento sessuale e traffico di migranti", eseguito da Transcrime per il Ministero della Giustizia ed il Ministero delle Pari Opportunità italiani (appalto pubblico di ricerca).

Appartenenza a società e comitati scientifici

Membro della Società Italiana di Criminologia dal 1998 e della Società Europea di Criminologia dal 2001.
Dal XIX al XXI ciclo di dottorato è stato membro dell’Academic Board del dottorato internazionale in criminologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Dal XXII ciclo di dottorato è membro dell’Academic Board del dottorato in studi internazionali dell’Università di Trento, dove un curriculum di studi riguarda la criminalità internazionale.
Negli anni accademici 2005-2006 e 2006-2007 ha fatto parte del consiglio direttivo del Master universitario di primo livello in Sicurezza Urbana dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Presso il master, in data 14 febbraio 2006, ha svolto un laboratorio applicativo dal titolo “Prostituzione: fenomenologia, disciplina e impatto sulla sicurezza urbana”.

Convegni e conferenze

Ha partecipato, in qualità di relatore, a più di 80 conferenze internazionali e nazionali sulla criminalità economica, sulla criminalità organizzata, sulla sicurezza urbana, sulla prevenzione della criminalità.

Altre attività

- H-index "Publish or Perish" su Google Scholar: 9.

- H-index su SCOPUS: 2.

- Con riferimento alla criminalità organizzata ed economica e alla tratta di persone a scopo di sfruttamento è stato esperto delle Nazioni Unite, della Commissione europea (TAIEX e DG Justice and Home Affairs), del Parlamento europeo, del Consiglio d'Europa (PACO), del Parlamento spagnolo e dei Ministeri della Giustizia e per le Pari Opportunità italiani.

- Ha partecipato come relatore a più di 80 conferenze internazionali e nazionali.

- Membro della Commissione scientifica della Società Italiana di Criminologia.

- Referee per diverse riviste criminologiche nazionali e internazionali.

- Membro della European Society of Criminology.

- 2007-2008: membro dell'Expert Sub-group on the Policy Needs for Data on Trafficking in Human Beings della Commissione europea (DG Justice, Liberty and Security). Nel mese di ottobre 2008 ha fornito supporto alla DG JLS della Commissione europea per l'elaborazione della nuova proposta di decisione quadro sulla tratta di persone.

- dal 2003: collaboratore della Fondazione ISMU (Iniziative e Studi sulla Multietnicità) di Milano sul tema della devianza degli immigrati. Dal 2003 scrive il capitolo sulla devianza degli stranieri nell'annuale rapporto ISMU sulle migrazioni (edito dal prof. V. Cesareo e pubblicato da FrancoAngeli).

- 11 giugno 2001: dottorato di ricerca in criminologia, Università di Bari-Trento, XIII ciclo, con una tesi dal titolo: "La criminalità economica organizzata: le dinamiche dei fenomeni, una nuova categoria concettuale e le sue implicazioni di policy". Docente guida: prof. Ernesto U. Savona.

- Ha conseguito il Certificate of Advanced English dell'Università di Cambridge (1998) e il Certificate of Proficiency in English dell'Università di Cambridge (1999).