Elena Dai Prà

Via Tommaso Gar, 14 - 38122 Trento
tel. 0461 281141
elena.daipra[at]unitn [dot] it
Area CUN: Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche (11)
Settore scientifico disciplinare: GEOGRAFIA (M-GGR/01)

Formazione

Dopo aver conseguito la Maturità Classica presso il Ginnasio-Liceo Classico “Terenzio Mamiani” di Pesaro, si iscrive al corso di laurea in Lettere indirizzando il proprio curriculum di studi verso le tematiche della territorialità antica.
Desiderosa di approfondire la conoscenza dei processi di territorializzazione e di regionalizzazione del mondo antico ed in coerenza con gli studi classici, durante l’iter universitario partecipa ad alcuni campi archeologici di studio e verifica degli assetti urbanistici e dello stato monumentale in Italia (Sardegna, Sicilia) e all’estero (Nord Africa) sotto la direzione della Prof.ssa Anna Maria Bisi, docente di Archeologia del Vicino Oriente presso l’Università di Urbino.
In data 23 giugno 1993 consegue la laurea in Lettere Classiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Urbino con votazione finale 110/110 (centodieci su centodieci) e dichiarazione di lode, e discutendo una tesi in Geografia dal titolo: “Ville e villeggiature sui colli pesaresi a sud del Foglia ”.
Per l'anno 1998 vince una borsa di studio per il censimento, lo studio e la catalogazione informatizzata dei beni culturali della Regione Marche, bandita dalla Sovrintendenza ai Beni Artistici e Storici di Urbino e dall'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione.
Nel novembre 1999 vince il concorso per l’ammissione al Corso di Dottorato di ricerca in Geografia Storica (XV ciclo) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Cassino.
Il 13 gennaio 2003 consegue il titolo di dottore di ricerca in Geografia Storica presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Cassino discutendo una dissertazione dal titolo "L'impronta degli Albani nella territorializzazione regionale. Tra Marche e Romagna, dalla Signoria allo stato unitario".

Carriera accademica ed attività didattica

Dall'ottobre 2014 nel ruolo di Professore associato di Geografia presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento.

E' attualmente membro del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in "Culture d'Europa. Ambiente, spazi, storie, arti, idee" del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento.

E' stata membro del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in "Studi Umanistici" del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento fino all'anno accademico 2013/14.

E' stata membro del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in "Studi Umanistici. Discipline Filosofiche, Storiche e dei Beni culturali" del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento fino all'anno accademico 2010/11.

Responsabile per l'insegnamento di "Didattica della geografia" nei Percorsi Abilitanti Speciali per le classi di concorso A043 (Italiano, storia e geografia nella scuola secondaria di I grado) e A050 (materie letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado) per gli anni accademici 2013/2014, 2014/2015, 2015/2016.

Responsabile per l'insegnamento di "Didattica e laboratorio della geografia" nei Tirocini Formativi Abilitanti per la classe di concorso A043 (Italiano, storia e geografia nella scuola secondaria di I grado) e A050 (materie letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado) per l'anno accademico 2014/2015. 

Responsabile per il progetto nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro "Geografia dei siti termali storici del Trentino applicata alla pianificazione turistica", presso l'Istituto Tecnico Economico Tambosi Battisti di Trento, per l'anno scolastico 2016/2017.

Responsabile del corso di aggiornamento per insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado "Geografia umana e storica del territorio trentino", presso l'IPRASE di Trento (dal 14/10/2016 al 11/11/2016).

Responsabile del corso di aggiornamento per docenti di geo-storia del primo biennio della scuola superiore in servizio presso le istituzioni scolastiche della Provincia di Trento "La Geografia storica: dall’idea di “confine” alle questioni di geopolitica", presso l'IPRASE di Trento (dal 16/10/2015 al 06/11/2015).

Responsabile del corso di aggiornamento per insegnanti di geografia del primo ciclo e del secondo ciclo di istruzione "Ambiente, territorio, paesaggio", presso l'IPRASE (dal 10/09/2014 al 12/11/2014).

Ha tenuto lezioni per la Scuola di Dottorato in Beni culturali e Territorio dell'Università degli Studi Tor Vergata di Roma, come ad esempio in data venerdì 21 marzo 2014 con una lezione dal titolo: "Gli studi geo-storico-cartografici per la gestione del territorio: dall'analisi semiologia alle vocazioni applicative", tenutasi presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi "Tor Vergata".

In data 11 settembre 2004 è risultata vincitrice della procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto di ricercatore universitario per il settore scientifico-disciplinare M-GGR/01 Geografia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Trento, indetta con D.R. n. 1024 del 23/12/2003. A seguire, il 21/01/2005 viene nominata in ruolo di ricercatore con immediata presa di servizio presso il Dipartimento di Scienze Filologiche e Storiche della stessa università.
Ha ottenuto contratti di docenza per l'insegnamento di Geografia Culturale presso la Facoltà di Scienze della Formazione (corsi di laurea in Scienze dell’Educazione e in Esperto nei processi di formazione e nei servizi culturali) dell’Università degli Studi di Urbino, nei seguenti anni accademici: 1999-2000; 2000-2001; 2001-2002; 2002-2003; 2003-2004.
Nell'ambito del concorso a cattedre del 1999 ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento nelle scuole medie inferiori e superiori nelle seguenti discipline: italiano, storia, geografia, educazione civica; geografia (classe 39); latino, greco.
Dal 1996 è socio dell’A.I.I.G. (Associazione Italiana Insegnanti di Geografia); dal 1998 al 2002 è stata segretario/tesoriere dell’A.I.I.G. regionale (sezione Marche) tenendo in diverse occasioni lezioni di aggiornamento per insegnanti delle scuole, e conferenze su tematiche regionali e nazionali; ha inoltre partecipato all'organizzazione di seminari e corsi orientativi e di divulgazione su argomenti geografici, promossi dalla suddetta associazione.
Dopo la laurea ha collaborato con la cattedra di Geografia dell’Istituto Interfacoltà di Geografia dell’Università degli Studi di Urbino svolgendo seminari metodologici ed esercitazioni di geografia storica e di cartografia negli anni accademici 1995-1996, 1996-1997, 1997-1998, e seguendo tesi di laurea. Ha inoltre partecipato alle commissioni degli esami di profitto di Geografia generale, Geografia economica e politica, Didattica della Geografia, Cartografia storica.

Interessi di ricerca

Interessi di ricerca:

  • Geografia storica con lavori sulle ville storiche marchigiane, sui processi di territorializzazione regionale di Romagna, Marche e Lazio, sulla individuazione di paesaggi dotati di vocazioni turistico-culturali nelle Marche, nel Lazio ed in Romagna, sulla regionalizzazione nel mondo antico, sulla gestione delle acque e sulle regimazioni idrauliche nella Marca pontificia, sulla distribuzione macroareale degli impianti molitori idraulici nell'Italia centrale, sui terrazzamenti storici e sulla gestione delle acque in Trentino.
  • Cartografia storica applicata alla pianificazione territoriale, con particolare riferimento al territorio trentino e altoatesino.
  • Historical GIS e analisi cartometrica.
  • Geografia culturale con lavori sui parchi letterari e sulle valenze didattiche degli stessi, e sul rapporto tra geografia e letteratura.
  • Geografia medica con ricerche sul valore culturale dell'alimentazione tradizionale, e sulla diffusione e commercializzazione on line dei prodotti tipici italiani, sulla risicoltura storica nelle valli del medio Adriatico.
  • Cartografia storica con ricerche in corso su corpora cartografici gentilizi inediti a scala patrimoniale, sulla complessa ricomposizione della cartografia peritale delle riconfinazioni settecentesche tra Stato Pontificio e Granducato di Toscana; sul patrimonio cabreistico del Trentino-Alto Adige e del veronese.
  • Cartografia tematica informatizzata
  • Toponomastica e Semiosi cartografica.
  • Geografia del turismo con ricerche tese ad evidenziare i legami tra indagine geo-storica e sviluppo turistico sostenibile, su modelli ed exempla di itinerari turistico-culturali e sulla individuazione di paesaggi dotati di vocazioni turistico-culturali nelle Marche, nel Lazio, in Romagna, e in Trentino, sulle potenzialità turistiche eco-sostenibili dei parchi letterari, sui progetti transnazionali di sviluppo turistico in ambito UE, sul sistema turistico del Trentino - Alto Adige, e sulla geografia del termalismo e del benessere in Trentino-Alto Adige.
  • Geografia della popolazione con ricerche avviate sull'immigrazione cinese in Trentino.
  • Epistemologia e metodologia della ricerca geo-storica applicata alla pianificazione territoriale di prevenzione, destinazione e tutela.
  • Storia delle esplorazioni e del viaggio con particolare riferimento ai grandi esploratori europei della Cina.
  • Geografia storica militare della Grande Guerra
  • Formazione del sapere geografico italiano tra fine Ottocento e inizio Novecento, con particolare attenzione alle figure di Cesare Battisti e Bartolomeo Malfatti. 

 

 

Attività di ricerca

 

Organizzazione di Progetti di Ricerca:

  • Progetto di ricerca biennale (2010-2012) CHARTA (Cartographic Historical Analysis and Research Trentino Area), finanziato dalle fondazioni Caritro e Cariverona (vincita bando). Oggetto: censimento e classificazione tematica della cartografia storica dei territori trentino e veronese, e sviluppo di un historical GIS. Entità finanziamento: euro 96.000. Responsabile scientifico: E. Dai Prà. Risorse umane acquisite: 2 assegni di ricerca annuali.
  • Progetto di ricerca annuale (2011) "La rappresentazione cartografica del territorio gardesano", finanziato dal Comune di Riva del Garda. Oggetto: censimento e studio della cartografia storica relativa al territorio gardesano e organizzazione scientifica di un percorso espositivo presso il MAG di Riva del Garda. Entità finanziamento: euro 80.000. Responsabile scientifico: E. Dai Prà. Risorse umane acquisite: 1 borsa di studio semestrale.
  • Progetto di ricerca biennale (2011-2012) "L'assetto idraulico del bacino del Fersina nelle fonti geo-storico-cartografiche", finanziato dall'Ecomuseo dell'Argentario e dalla Fondazione delle Casse Rurali Trentine. Oggetto: censimento e studio delle fonti geo-storico-cartografiche idrauliche relative agli assetti del torrente Fersina. Entità finanziamento: euro 30.000. Responsabile scientifico: E. Dai Prà. Risorse umane: 1 assegno di ricerca di 18 mesi.
  • Progetto di ricerca triennale (2009-2013) "APSAT. Ambiente e Paesaggi dei Siti d'Altura Trentini", finanziato dalla Provincia autonoma di Trento (vincita bando). Progetto interdisciplinare, interdipartimentale e interateneo (Dipartimento di Ingegneria Ambientale dell'Università di Trento, Università di Padova e di Venezia). Responsabile scientifico: E. Possenti. Responsabile unità di ricerca di cartografia storica: E. Dai Prà. Oggetto: censimento e studio della cartografia storica a grande scala dei siti apicali trentini. Entità finanziamento: euro 55.000. Risorse umane: 1 borsa di dottorato di ricerca, 1 borsa di ricerca annuale.
  • Progetto di ricerca triennale (2013-2015) " Cartografia storica e confini del territorio trentino", finanziato dalla Regione Trentino-Alto Adige. Oggetto: ricostruzione geo-storica, rilocalizzazione e ridefinizione del tracciato confinario provinciale nella cartografia storica, nelle fonti scritte e sul terreno. Entità finanziamento: euro 350.000. Responsabile scientifico: E. Dai Prà. Co-responsabile per la ricerca sul campo: R. Revolti (Servizio Catasto della Provincia di Trento). Risorse umane acquisite: 3 assegni di ricerca triennali
  • Progetto di ricerca triennale (2014-2017) "ETSCH 2000. Evolution of the Etsch River: historical changes in channel morphology over 2 millennia", finanziato dalla Provincia autonoma di Bolzano (vincita bando con valutazione scientifica ex ante, in itinere ed ex post). Progetto interdisciplinare (Geografia storica, Ingegneria idraulica, Geomorfologia), interdipartimentale (Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica, Dipartimento di Lettere e Filosofia), interateneo (Libera Università di Bolzano, Facoltà di Scienze e Tecnologie, Università degli Studi di Padova, Università degli Studi di Milano - Bicocca), internazionale (Delft University of Technology - Paesi Bassi, IHEDelft - UNESCO Institute for Water Education) ed in collaborazione esterna con il MUSE Trento. Ente capofila: Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica - Università di Trento. Responsabile scientifico: G. Zolezzi. Responsabile unità di ricerca di Geografia storica: E. Dai Prà. Oggetto: censimento, studio e processamento GIS (analisi cartometrica) della cartografia storica idraulica per la ricostruzione dell'andamento storico del fiume Adige. Entità finanziamento: euro 281.000. Entità finanziamento per Dipartimento di Lettere e Filosofia: euro 81.000. Risorse umane acquisite: 3 assegni di ricerca annuale.
  • Progetto di ricerca (2017-2018) "Geostoria urbana e del territorio della Vallagarina e della città di Rovereto", finanziato dal Comune di Rovereto. Oggetto: censimento, studio e analisi della cartografia storica manoscritta e a stampa riguardante il territorio della Vallagarina con precisi scopi di applicazione nel campo della gestione del territorio e del recupero e salvaguardia del patrimonio culturale e ambientale in ambito rurale e urbano. Risorse umane acquisite: un assegno di ricerca annuale e un assegno di ricerca biennale. 
  • Progetto di ricerca (2018-2020) "Geostoria urbana e del territorio della Vallagarina e della città di Rovereto", finanziato dal Comune di Rovereto. Oggetto: censimento, studio e analisi della cartografia storica manoscritta e a stampa riguardante il territorio della Vallagarina con precisi scopi di applicazione nel campo della gestione del territorio e del recupero e salvaguardia del patrimonio culturale e ambientale in ambito rurale e urbano. Risorse umane acquisite: un assegno di ricerca annuale e due borse di ricerca annuali. 
  • Progetto di ricerca (2020-in corso) "Cartografia storica militare del territorio alpino". Oggetto: censimento, studio e analisi della cartografia storica manoscritta e a stampa di origine militare ospitata presso archivi pubblici o sedi militari. Risorse umane acquisite: due assegni di ricerca annuale. 
  • Progetto di ricerca (2020-in corso) "Geografie del COVID-19", in qualità di responsabile scientifica dell'accordo quadro firmato tra Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia Autonoma di Trento e Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università di Trento. Oggetto: produzione di cartografia tematica analitica e divulgati sul fenomeno epidemiologico in trentino sulla base dei dati forniti da APSS. 
  • Progetto di ricerca (2020-in corso), responsabile scientifica del protocollo quadro firmato tra Università di Trento e Comando delle Truppe Alpine (COMTA) per il censimento e lo studio della cartografia storica di origine militare custodita presso le sedi sottoposte al Comando, e per la collaborazione con le attività del centro MeteoMont.
  • Ottobre 2020 – in corso, partecipazione a progetto GEO-SMART, GEOgrafie del COVID-19 in Trentino: Sviluppo di un Modello di Analisi spaziale e Rappresentazione cartografica Territoriale di dati sanitari, ambientali e socio-economici, selezionato per il Bando Strategico di Finanziamento “COVID 19” dell’Università di Trento (30.000 euro).

 

Attività di ricerca e interessi

 

L'elaborato di tesi ha costituito l'occasione per accostarsi alla complessa problematica dei beni culturali e paesaggistici, e per approfondire i rapporti tra geografia e tutela del patrimonio culturale. In particolare, fin dalla scelta della tesi di laurea la sottoscritta ha coltivato tematiche relative allo studio delle ville e delle grandi residenze gentilizie di campagna evidenziandone le qualità di beni geo-culturali, paradigmi di identità locale e microcosmi funzionali in cui si rispecchia l'organizzazione territoriale di una determinata area. Le ville suburbane, in quanto epicentri organizzativi e direzionali di plaghe produttive e poli di irradiazione di attività agricole ed extra-agricole, diventano chiavi di lettura del paesaggio rurale e della territorialità. Su questo argomento, sul poliedrico ruolo svolto dalle ville nel contesto territoriale marchigiano, nonché sulle prospettive di salvaguardia e valorizzazione delle strutture e loro adiacenze, vertono alcune pubblicazioni; altre analizzano fattispecie in cui emergono interessanti sinergie tra ruoli socio-culturali della villa ed economia rurale, o indagano il rapporto ville/sviluppo regionale marchigiano.
Desiderosa di approfondire la conoscenza dei processi di territorializzazione e di regionalizzazione del mondo antico, si è interessata di organizzazione spaziale in età romana, dapprima partecipando ad alcune missioni archeologiche universitarie di studio e verifica degli assetti poleografici in Italia (Sardegna, Sicilia) e all’estero (Cirenaica), successivamente indagando i principi e gli orientamenti geopolitici della romanità nell'ambito del Centro di Ricerca e Studio dei Beni Culturali Marchigiani dell'Università di Urbino.

La frequenza del Dottorato di ricerca in Geografia storica ha consentito di consolidare la propria formazione in tale ambito euristico rivolgendo le analisi anche verso le dinamiche geo-antropiche che hanno contribuito alla costruzione della territorialità delle Marche settentrionali e aree contermini, e del Lazio settentrionale (feudo di Soriano al Cimino). In particolare, ha svolto ricerche a fonti integrate sull'opera di valorizzazione e rimodellamento regionale attuata dal casato Albani, tra XV e XIX secolo, attraverso molteplici interventi in campo ambientale, economico-produttivo, politico-amministrativo, e testimoniata dalla cartografia storica e dalle numerose "segnature" del passato che il paesaggio culturale conserva. L'attuale palinsesto territoriale rivela infatti persistenze ed eredità funzionali di tali azioni che spaziano dall'edilizia rurale alla continuità d'uso della viabilità, dai relitti di archeologia industriale alle sistemazioni idrauliche lungo le vallate fluviali, dall'eredità toponomastica alle bonifiche agrarie e sanitarie.

Successivamente si è accostata alla Geografia culturale focalizzando le proprie osservazioni: sul rapporto tra geografia e altri saperi, con particolare riferimento alla letteratura; sui fondamenti epistemologici e teleologici di un particolare settore della parchistica italiana (i parchi letterari e culturali) e sul ruolo esegetico della disciplina geografica nei confronti di tali nuove realtà territoriali; sulle potenzialità formative ed applicazioni didattiche del parco letterario; nonché su alcune esemplificazioni regionali particolarmente significative per la ricchezza di itinerari tematici proposti e spendibili in chiave di rilancio turistico-culturale delle aree interessate. La pubblicazione della prima pubblicazione geografica su questi temi (P. Persi-E.Dai Prà, L'aiuola che ci fa...Una Geografia per i parchi letterari) ha sollecitato la chiamata presso il Ministero dei Beni culturali come consulente in materia di Parchi letterari e culturali con specifico riferimento ai rapporti con l'Unione Europea (gestione dei Fondi strutturali per l'istituzione di nuovi parchi).

Si è accostata alla Geografia dell'alimentazione con studi e ricerche personali condotte direttamente sulle principali aziende che operano nel settore dell'e-commerce agro-alimentare; ciò ha consentito di elaborare una prima ricostruzione degli attuali scenari della commercializzazione del made in Italy eno-gastronomico tipico e di qualità nel mondo.

Dal 1997 ha fatto parte del Gruppo di ricerca del C.N.R. "Progetto Finalizzato Beni Culturali" coordinato, per la regione Marche, dalla cattedra di Geografia dell'Università di Urbino. Nell'ambito di tale unità di ricerca  ha collaborato alla realizzazione di una cartografia tematica informatizzata delle ville marchigiane, presentata nell'ambito della mostra geo-foto-cartografica allestita (a cura della sottoscritta) contestualmente al convegno di studi "Beni culturali territoriali regionali" tenutosi ad Urbino nel settembre 2001 ed organizzato dall'Università di Urbino, dal C.N.R. e dalla Regione Marche.

Dall'aprile 2005 collabora attivamente sotto il profilo euristico e didattico con il CeVaPAT (Centro per la Valorizzazione del Patrimonio Ambientale e Culturale del territorio) del C.N.R., in particolare al progetto, finanziato dal Ministero del Welfare, "Nuove forme di occupazione e orientamento nei territori rurali" che ha come obiettivo l'elaborazione e la sperimentazione di un modello di indagine sulle opportunità occupazionali e professionali di tre aree rurali campione, tra cui la Valsugana.

Dal 2007 si interessa di Geografia e programmazione strategica degli spazi turistici con particolare riferimento alle applicazioni in campo turistico del paradigma scientifico della sostenibilità globale e della cooperazione internazionale allo sviluppo. La scala di indagine ha riguardato il sistema turistico della Provincia Autonoma di Trento in analisi comparata con altri sistemi turistici dell'arco alpino e focalizzando gli studi sul segmento della riqualificazione eco-sostenibile delle strutture termali e paratermali. In tale ambito di studi ha prodotto il primo protocollo metodologico di ricerca, finalizzato alla valutazione dell'adeguamento eco-sostenibile delle strutture termali e paratermali, utilizzato per pubblicare la prima monografia su questi temi (E. Dai Prà, Geografie del benessere, 2013) ed adottato attualmente dal gruppo di lavoro A.Ge.I. "Dai luoghi termaliai sistemi locali di turismo integrato".

Dal 2008 coordina progetti di ricerca di settore ed interdisciplinari di Geografia Storica applicata, finalizzati al censimento e allo studio della cartografia storica trentina e altoatesina, e all'utilizzo della cartografia storica nella pianificazione territoriale di destinazione, tutela e prevenzione del rischio. Tali progetti hanno carattere interdisciplinare in collaborazione con altre discipline sia umanistiche (archeologia, archivistica, metodologia della ricerca archeologica) che tecnico-scientifiche (pianificazione territoriale, ingegneria idraulica, prevenzione del rischio architettonico, geo-morfologia, morfodinamica), interdipartimentale ed interateneo (vedi progetto "ETSCH 2000. Evolution of the Etsch River: historical changes in channel morphology over 2 millennia"). 

Da gennaio 2013 dirige e coordina il progetto di ricerca geo-storica applicata alla pianificazione geo-amministrativa su "Cartografia e confini del territorio trentino" finanziato dalla Regione Trentino-Alto Adige e finalizzato alla ri-definizione del limes regionale in sinergia con il Servizio Catasto e con l'assessorato all'Urbanistica e alla Pianificazione territoriale della Provincia autonoma di Trento.

Dal 2016 è membro della Commission on Cartographic Heritage into the Digital dell'International Cartographic Association (ICA), dove è inserita nei gruppi di lavoro:

WU 1:
- Digitisation, including non-planar surfaces.
- Georeference for experts and "non-experts"

WU 2:
- Cartodiversity content analysis in terms of geometry and thematics.
- Landscape change studies and relevant issues from cartoheritage map-archival sources

WU 3:
- Visualisation of cartoheritage, including thematic portals, e.g. the globe-portal and other

WU 4:
- The interconnection between relevant maps, texts and archival sources.
- Historical terrestrial and aerial photography, including photo-related post-cards, other relevant material and their cartographic parametrisation.

 

Appartenenza a società e comitati scientifici

Appartenenza a consigli scientifici e direttivi 

- Membro del Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Cartografia (A.I.C.)

- Membro del Consiglio Scientifico della Federazione Italiana delle Associazioni Scientifiche per le Informazioni Territoriali e Ambientali (A.S.I.T.A.)

- Membro del Consiglio Scientifico del Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici (C.I.S.G.E.)

- Presidente della sezione regionale Trentino - Alto Adige dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (A.I.I.G.)

Appartenenza a comitati editoriali di riviste

  • Bollettino AIC (fascia A) come coordinatrice
  • Documenti Geografici 
  • Sulle vie dei Catai (fascia B)
  • Bollettino della Società Geografica Italiana (fascia A) come coordinatrice editoriale della tematica Geografia storica

Appartenenza a associazioni e sodalizi culturali e accademici

  • "International Cartographic Association (I.C.A)"
  • "Associazione dei Geografi Italiani (A.Ge.I.)"
  • "Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (A.I.I.G.)"
  • "Società Geografica Italiana (S.G.I.)"
  • "Società di Studi Geografici (S.S.G.)"
  • "Associazione Italiana di Cartografia (A.I.C.)"
  • "Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici (C.I.S.G.E.)"
  • "Centro Studi Martino Martini"
  • "Società pesarese di Studi Storici"
  • " Società di Studi Trentini di Scienze Storiche"
  • "Società Italiana di Storia Militare" (S.I.S.M.)


Dall'aprile 2005 collabora attivamente sotto il profilo euristico e didattico con il CeVaPAT (Centro per la Valorizzazione del Patrimonio Ambientale e Culturale del territorio) del C.N.R., in particolare al progetto, finanziato dal Ministero del Welfare, "Nuove forme di occupazione e orientamento nei territori rurali" che ha come obiettivo l'elaborazione e la sperimentazione di un modello di indagine sulle opportunità occupazionali e professionali di tre aree rurali campione, tra cui la Valsugana.

Membro dei seguenti gruppi di lavoro A.Ge.I.: "Dai luoghi termali ai poli e sistemi locali di turismo integrato", "Monastero e castello", "Paesaggi terrazzati", "I parchi della letteratura", "Storia della cartografia e cartografia storica". 

Dal 2011 è nel comitato scientifico del Cisge (Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici) in qualità di responsabile per i Rapporti con gli enti stranieri (2011-2013), e responsabile della sezione Storia del viaggio e delle esplorazioni (dal 2013).

Da novembre 2013 è membro del Consiglio direttivo dell'AIC (Associazione Italiana di Catografia) con funzioni di Segretario Nazionale.

Da febbraio 2014 è fiduciario della sezione Trentino Alto Adige dell'AIIG (Associazione Italiana Insegnanti di Geografia) e dal 2015 è presidente regionale della sezione Trentino Alto Adige.

Dal 2017 è membro dell'Osservatorio del Paesaggio della Provincia Autonoma di Trento in qualità di delegata del Rettore dell'Università di Trento; da Febbraio 2019 è stata nominata Coordinatrice del Comitato Tematico 1, competente per i temi della documentazione, studio, analisi e monitoraggio dell'evoluzione del paesaggio trentino. 

 

 

Premi e riconoscimenti

 

Dall'ottobre 2020 è Responsabile Scientifico dell'Accordo Quadro firmato tra Università di Trento e CComando Truppe Alpine (COMTA) per attività congiunte di ricerca, didattica e divulgazione

Nel luglio 2017 ha ottenuto l'abilitazione al ruolo di Professore di Prima Fascia nel settore 11/B1 Geografia

Dal 3 marzo 2017 è consigliere eletto della Società Geografica Italiana per il quadriennio 2017-2021 (termine fine 2019).

Dal 2016 è stata nominata, con delega rettorale, rappresentante dell’Università degli Studi di Trento (esperti in progettazione paesaggistica e territoriale e in storia del paesaggio) presso il Forum dell'Osservatorio del paesaggio trentino. 

Dal 2010 è eletta Presidentessa della sezione regionale Trentino-Alto Adige dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG)

Convegni e conferenze

Ha partecipato in qualità di relatore ai seguenti convegni, congressi e seminari scientifici con i seguenti contributi:

- Dai Prà E., Gabellieri N., Scaglione G., A Literary GIS of Trentino: Opportunities for Territorial Enhancement from Geographic Research and Literature, X Convegno annuale della Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale (AIUCD), Pisa, 20-22 gennaio 2021.

-  Dai Prà E., Cesare Battisti tra geografia e impegno civile, Giornata di Studi Internazionale “Il limes trentino. Spazi e territori dell’autonomia e dell’irredentismo tra Otto e Novecento”, Trento, 4 dicembre 2020.

- Dai Prà E., Gabellieri N., Mapping the First World War Forgotten Material Heritage: A Multi-proxy and GIS-based Proposal for the Trentino Alps, International Conference Fortmed 2020, Granada (Spain), 4-6 novembre 2020.

- Dai Prà E., Boschian Bailo M., Gabellieri N., Le mappe servono a fare la guerra? Il patrimonio cartografico della Prima Guerra Mondiale del Museo della Terza Armata, convegno pubblico organizzato dal Museo Storico della Terza Armata, Padova, 20 gennaio 2020.

- Dai Prà E:, Gabellieri N., Boschian Bailo M., “News on the Eastern Front”. The WWI Tactical Maps of the Italian Army in the Historical Archive of the 3° Armata: Proposals for a Semiologic Interpretation and a Digital Analysis, convegno internazionale 13th International Conference on Military Geosciences, Padova, 23-28 giugno 2019.

- Dai Prà E:, Gabellieri N., Bridging the past with the future: historical geography and applied potentialities for a sustainable planning in Trentino (Italy), convegno internazionale “5t.era meeting”, Historical and environmental characterisation of rural landscapes and local products: European experiences applied to conservation and valorisation, Genova – Monterosso (SP), 23-26 maggio 2019.

- Dai Prà E., Gabellieri N., Hic leones non sunt. Una fonte per l’ecologia, la demografia e la geopolitica del Trentino ottocentesco: la “Carta coro-orografica” di Francesco Masera, Convegno annuale dell’Associazione Italiana di Cartografia (AIC), Rappresentare la complessità territoriale, Noto, 8-10 maggio 2019.

 - moderatrice della Sessione Plenaria "Il ruolo dell’informazione geografica nella gestione del territorio e per la conservazione del paesaggio", in XXII Conferenza Nazionale ASITA 2018, 27-29 novembre, Bolzano.

- moderatrice della Sessione Speciale "Per un approccio multidisciplinare alla gestione dei corsi d’acqua: il contributo della cartografia storica", in XXII Conferenza Nazionale ASITA 2018, 27-29 novembre, Bolzano.

- Davide Allegri, Vittoria Scorpio, Elena Dai Prà, Francesco Comiti, Guido Zolezzi, "Alla ricerca della pax idraulica. L’utilità della cartografia per la prevenzione del rischio idrogeologico. Il progetto ETSCH 2000",  in XXII Conferenza Nazionale ASITA 2018, 27-29 novembre, Bolzano.

- "La toponomastica come indicatore di risorse ed attività termali: un approccio diacronico al caso di studio trentino", in XXII Conferenza Nazionale ASITA 2018, 27-29 novembre, Bolzano.

- "Cesare battisti, la produzione scientifica e l'impegno civile", intervento su invito a "Cesare Battisti, Geografia e Cartografia per la Grande Guerra", convegno organizzato dall'Istituto Geografico Militare, 26 ottobre 2018, Firenze.

- "Il corpus cartografico e aerofotogrammetrico del Museo della III Armata. Prodromi per una analisi tipologica e semiologica con particolare riferimento agli ultimi due anni di guerra" intervento su invito, "Epilogo della Grande Guerra e Scenari Internazionali", Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli, Napoli, 17-19 ottobre 2018. 

- "Place names as sources to identify landslides risk areas: a diachronic approach to the Trentino case study" International Scientific Symposium "Toponymy and Cartography between History and Geography, United Nations Groupo of Experts on Geographical Names Romano-Hellenic Division, Venezia, 26-28 settembre 2018.

- Elena Dai Pra, Carlo Gemignani, Anna Guarducci, Paola Pressenda: "Networks of production and circulation of geographical knowledge in Europe between the eighteenth and twentieth centuries. A network for network reconstruction", poster per la XVII International Conference of Historical Geographers 2018, Varsaw (Poland), 15-20 luglio 2018.

- Dai Prà E., Gabellieri N., "Waters, forests, lands: the struggle for environmental resources and the production of maps in the XVIII-XIX c. Case studies in Liguria, Trentino and Tuscany (Italy)", poster per la XVII International Conference of Historical Geographers 2018, Varsaw (Poland), 15-20 luglio 2018.

- "Galassia Cesare Battisti", in convegno "Cesare Battisti, la Geografia e la Grande Guerra", Rovereto, 4 maggio 2018.

- "Un ponte fra passato e futuro. La cartografia storica del bacino della Fersina; potenzialità applicative per una pianificazione territoriale sostenibile", intervento su invito a Workshop Next-STEP, organizzato dalla Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio, 16 febbraio 2018.

- moderatrice della sessione "Principi ed evoluzione della cartografia: cartografia storica e trasformazioni del paesaggio", XXI Conferenza Nazionale ASITA 2017, 21-23 novembre 2017, Salerno.

- "Prima, durante e dopo Cesare Battisti; il cenacolo geografico trentino tra progettualità di settore e rapporti interdisciplinari", intervento su invito a "La geografia in Italia dall’Unità alla Prima guerra mondiale". Convegno di studi, 19-21 ottobre 2017, Torino.

- Tavola rotonda "Conosci il Paese dove fioriscono i limoni? Incontro in occasione del bicentenario della pubblicazione del “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang von Goethe", intervento su invito della Società Geografica Italiana, 14 dicembre  2016, Roma Villa Celimontana.

- "Il concetto di paesaggio. Tra pensiero geografico e politiche di tutela", seminario, Dipartimento di Lettere e Filosofia Università di Trento, 5 dicembre 2016.

- "La geografia di Cesare Battisti come militante impegno civile", intervento su invito al seminario "Cesare Battisti tra la Geografia e la Storia" organizzato dalla Società Geografica Italiana a Roma il 21 novembre 2016 presso la Villa Celimontana.

- E.Dai Prà e D. Allegri, "Ricostruire la trasformazione del paesaggio fluviale attraverso la cartografia storica: il caso del bacino dell'Adige", XX Conferenza ASITA 2016, 8-10 novembre 2016, Cagliari. 

- "Introduzione ai lavori" e coordinamento delle sessioni, Convegno “Cesare Battisti geografo e cartografo di frontiera” Trento, 27-29 ottobre 2016.

- Scorpio, V; Mastronunzio, M; Proto, M; Zen, S; Bertoldi, W; Dai Prà, E; Comiti, F; Surian, N; Zolezzi, G, "Evolution of channel morphology and controlling factors in a large alpine river over the last 250 years" in International Conference Towards the Best Practice of River Restoration and Maintenance, 20-23 September 2016,Kraków. 

- E. Dai Prà, D. Allegri, "La cartografia storica come dispositivo progettuale per la riqualificazione ed il ripristino ambientale della morfologia delle aree perifluviali", Convegno Nazionale AIC "Cartografia, promozione del territorio, smart cities", 11-13 maggio 2016 San Benedetto del Tronto.

- E. Dai Prà e M. Mastronunzio,  “Editing historical maps: comparative cartography using maps as tools”, 11th ICA Conference “Digital Approches to Cartographic Heritage”, 20-22 April 2016, Riga, Latvia.

- Dai Prà, Elena; Scorpio, Vittoria; Mastronunzio, Marco; Proto, Matteo; Zen, Simone; Bertoldi, Walter; Comiti, Francesco; Surian, Nicola; Zolezzi, Guido, poster "Evolution of channel morphology in a large river subject to rectification" in EGU (European Geoscience Union) General Assembly, 17-22 April 2016, Vienna.

- Dai Prà, Elena; Serlet, Alyssa; Scorpio, Vittoria; Mastronunzio, Marco; Proto, Matteo; Zen, Simone; Zolezzi, Guido; Bertoldi, Walter; Comiti, Francesco; Surian, Nicola; Gurnell, Angela, "History of river regulation of the Noce River (NE Italy) and related bio-morphodynamic responses", in  EGU (European Geoscience Union) General Assembly, 17-22 April 2016, Vienna.

- Dai Prà, Elena; Zen, Simone; Scorpio, Vittoria; Mastronunzio, Marco; Proto, Matteo; Zolezzi, Guido; Bertoldi, Walter; Comiti, Francesco; Surian, Nicola;  "Investigating historical changes in morphodynamic processes associated with channelization of a large Alpine river: the Etsch/Adige River, NE Italy", in  EGU (European Geoscience Union) General Assembly, 17-22 April 2016, Vienna.

- E. Dai Prà e G. Zolezzi, "Cartografia storica e modelli predittivi per la dinamica e la gestione fluviale. Un progetto di ricerca interdisciplinare in Trentino Alto Adige", X seminario di studi storico geografici Dalla mappa al GIS "Il progetto del territorio nelle fonti d'archivio", 7-8 aprile 2016, Roma.

-E. Dai Prà e M. Castelnovi, "Il ruolo della geografia secondo Paolo Revelli negli anni della Grande Guerra", Convegno di Studi "La geografia italiana e la Prima Guerra Mondiale: prima, durante, dopo.", 18-19 febbraio 2016 Trieste.

- E. Dai Prà e M. Mastronunzio, "La carta storica come laboratorio interdisciplinare: intersezioni metodologiche.", Seminario di Studi "Officina cartografica", 11-12 febbraio 2016, Parma.

- E. Dai Prà e D. Allegri. "Il confine contestato. Fermenti nazionalisti, scontri e commissioni militari nel Tirolo meridionale alla vigilia della Grande Guerra", Convegno Internazionale di Studi "La Grande Guerra. Luoghi, eventi, testimonianze, voci.", 3-4 dicembre 2015, Napoli.

- E. Dai Prà e M. Mastronunzio, "Who needs Mitteleuropa old maps? Present-day applications of Habsburgic cartographic heritage", in 1st ICA European Symposium on Cartography - Vienna, 10-12.11.2015, Organized by ICA (International Cartographic Association) and TÜ-Wien (Vienna University of Technology).

- E. Dai Prà, "La frontiera e il suo significato – Borders and their meaning", Convegno Internazionale "Emigranti a metà. Frontiere permeabili e mobilità dei lavoratori. - Almost migrants. Crossborder and mobile workers.",organizzato dall'Associazione Trentini nel Mondo ONLUS, UNAIE (Unione nazionale associazioni immigrati ed emigrati), e dal European Centre for Workers’ Questions (EZA), 23-24 ottobre 2015, Trento.

- E. Dai Prà e M. Proto, "Da palude a “Granaio del Tirolo”: la bonifica della Val Venosta nel XIX secolo attraverso la cartografia", Conferenza nazionale ASITA, 28 settembre - 1 ottobre 2015, Lecco. 

- E. Dai Prà, D. Allegri, M. Proto, A. Ricci, "Panta rei: la memoria dell'Adige nella formazione del paesaggio trentino", Convegno internazionale itinerante CNR "Panta rei. La memoria dell'acqua.", 17-23 giugno 2015, Basilicata. 

- Lectio Magistralis su invito per il III seminario internazionale “Itinera. Nuove prospettive della ricerca storica e geografica” Isole e frontiere nel Mediterraneo moderno e contemporaneo tenutosi a Palermo, 14, 15 e 16 maggio 2015.

- E. Dai Prà e D. Allegri, "Ville e processi di territorializzazione tra presente e passato: il caso di Palazzo delle Albere attraverso la cartografia storica", Convegno nazionale AIC "Cartografia per la conservazione, gestione e valorizzazione dei beni culturali", 28-30 aprile 2015, Salerno.

- "Territoriality and toponyms. Borders and bordering in Trentino historical maps", Internatiional scientific symposium "Place Names and Intangible Cultural Heritage", United Nations Group of Experts on Geographical Names Romano-Hellenic Division, 26-27 marzo 2015, Firenze.

- "Interventi di riassetto idraulico della conca di Trento tra progettualità e attuazione (XVIII e XIX secolo)", Convegno Internazionale di Studi "E la palude che si' palcida d'allunga. Ambiente, uomo e bonifiche", 24-25 marzo 2015, Santa Maria Capua Vetere.

-"Cartografia storica e gestione dei confini. Un progetto di ricerca in Trentino", XVIII Conferenza nazionale ASITA, 14-16 ottobre 2014, Firenze.

-"I villaggi rurali, fra storia, abbandono e prospettive", Tavola rotonda nell'ambito del Workshop di Ricerca "La conquista della montagna", 4-10 maggio 2014, Campi di Riva del Garda.

- "Le fonti geostorico-cartografiche per la risoluzione delle conflittualità liminari. Sinergie applicative in Trentino", Convegno nazionale AIC "Stati generali della cartografia", 9-10 maggio 2014, Sassari.

- "La cartografia storica per la gestione del territorio: dall’analisi semiologica alle vocazioni applicative", lezione per la scuola di Dottorato in Cultura e Territorio dell'Università di Roma-Tor Vergata, 21 marzo 2014.

- E. Dai Prà, S. Vicenzi, "Riva del Garda e i catasti ottocenteschi: una prima analisi geo-storica", Conferenza Nazionale ASITA 2013 (ottobre 2013 - Riva del Garda).

E. Dai Prà, M. Mastronunzio, "Rectify the river, rectify the map; geometry and geovisualization of Adige river hydro-topographic historical maps" in 8th International Workshop on Digital Approaches to Cartographic Heritage, Thessaloniki; Roma: International Cartographic Association (Commission on Digital Technologies in Cartographic Heritage); Società Geografica Italiana, 2013. Atti di: ICA 8th International Workshop on Digital Approaches to Cartographic Heritage, Rome, 19-20 settembre 2013.

- Alaimo A., Allegri D., Buffoni D., Dai Prà E., Mastronunzio M., Revolti R., "Historical maps and geo-historical sources for boundary problems representation", in Convegno internazionale EUGeo (Association of Geographical Societies in Europe), "Europe, what’s next? Changing geographies and geographies of change" (Rome 5-7 September 2013).

- E. Dai Prà, M. Mastronunzio, "Deviare il fiume. La cartografia storica idrografica dell'Adige per il governo del territorio", VII Seminario di studi “Dalla mappa al GIS” "Cartografia storica e GIS nella gestione, tutela e valorizzazione dei beni ambientali e culturali" (Roma, 6-7 giugno 2013).

- "Le fonti geostorico-cartografiche per la risoluzione delle conflittualità liminari. Sinergie applicative in Trentino", convegno nazionale AIC (Associazione Italiana di Cartografia), "Stati generali della cartografia" (Sassari, 8-10 maggio 2013).

- E. Dai Prà e D. Allegri, "Il fiume tra scienza e percezione: l'Adige nella cartografia storica", Convegno di Studi "Il fiume, le terre, l'immaginario. L'Adige come fenomeno storiografico complesso​.", 21-22 febbraio 2013, Rovereto.

- E. Dai Prà, Presentazione del numero monografico "La cartografia storica da bene patrimoniale a strumento progettuale", apparso sul fascicolo 2 (luglio-dicembre 2010) del «Semestrale di Studi e Ricerche di Geografia» del Dipartimento di Scienze documentarie linguistico filologiche e geografiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, 25 settembre 2012, Treviso. 

- E. Dai Prà, C. A. Gemignani, M. Mastronunzio, "Il paesaggio agrario duecentocinquant’anni dopo. Cartografia storica e conoscenza delle aree periurbane nella Conca di Trento",

Convegno internazionale “La Storia del paesaggio agrario italiano di Emilio Sereni cinquant'anni dopo”, Gattatico (Reggio Emilia), 10-12 Novembre 2011.

 

- "Prima del Catasto: cartografie e campagne topografico-militari per la conoscenza del territorio trentino", III Workshop del Servizio Catasto della Provincia Autonoma di Trento Servizio Catasto come “brand” di garanzia per la gestione immobiliare del Trentino (Trento, 10 giugno 2011).

- E. Dai Prà e M. Mastronunzio, "Per una cartografia unitaria del Trentino pre-unitario. Dal Kriegsarchiv al Ferdinandeum", Convegno annuale AIC, Modena, 11-13 maggio 2011.

- E. Dai Prà, M. Mastronunzio, A. Tanzarella, "Sui confini in Trentino. (Co)incidenze geostoricocartografiche", V Seminario di studi storico-cartografici Dalla mappa al GIS, 12-13 aprile 2011, Roma. 

- E. Dai Pra’, C. A. Gemignani, “Onde difendere la nostra città da questo terribile torrente”. Il Fersina nei “pareri” di Giuseppe Maria Ducati (1846-1847), Convegno internazionale Di monti e di acque Le rughe e i flussi della Terra Paesaggi, cartografie e modi del discorso geostorico, 1-4 dicembre 2010.

- E. Dai Prà, Lo “sguardo” cartografico sul paesaggio storico trentino. Percorsi euristici per un’ermeneutica progettuale, Convegno internazionale Di monti e di acque Le rughe e i flussi della Terra Paesaggi, cartografie e modi del discorso geostorico, 1-4 dicembre 2010.

- "Il paesaggio liminare nella cartografia storica tra metafora e progetto" In Bollettino Associazione Italiana di Cartografia, 139/2011, Convegno annuale AIC, Gorizia, 5-7 maggio 2010, in corso di pubblicazione.

- "La cartografia storica come interfaccia dialettica tra discipline e competenze territoriali. Progetti ed esperienze in Trentino, XIV Conferenza Nazionale ASITA, Brescia 9-12 novembre 2010.
-E. Dai Prà e A. Tanzarella, "La cartografia storica peritale strumento predittivo di gestione del rischio idro-geologico. Casi di studio nel Trentino pre-unitario", XIV Conferenza Nazionale ASITA, Brescia 9-12 novembre 2010.

- "Visibile ed invisibile nel paesaggio trentino: l'esegesi geo-storica e geo-culturale per la prassi turistica", Convegno di studi "Paesaggi e sviluppo turistico: Sardegna e altre realtà geografiche a confronto", 15-17 ottobre 2008, Olbia. 

 

 

- "La complessa ridefinizione geo-politica e cartografica del limes tra Stato pontificio e Granducato di Toscana nel XVIII secolo". In: "Convegno nazionale AIC", Trieste, 20-22 aprile, 2005.
- "Nuove forme di governance territoriale eco-sostenibile: i parchi letterari tra sviluppo economico e tutela dei paesaggi rurali". In: "Seminario di studi CNR", Morcone, 20 aprile, 2005.
- "L'indagine geo-storica per lo sviluppo turistico sostenibile. Un modello di itinerari culturali nelle Marche". In: "XXII Congresso Geografico Nazionale", Palermo, 14-16 settembre, 2004
- "Internet e alimentazione tradizionale". In: "VIII Seminario Internazionale di Geografia medica", Roma, 16-18 dicembre, 2004.
- "Ville e dimore per lo sviluppo delle Marche settentrionali tra XVI e XIX secolo. Il caso degli Albani". In: "Secondo Convegno sui Beni cultirali territoriali regionali", Treia, 6-8 giugno, 2003
- "Le regimazioni idrauliche del casato Albani per la valorizzazione del territorio pesarese". In: "Convegno internazionale sulle geografie dell'acqua", Rieti, 5-7 dicembre, 2003.
- "I luoghi leopardiani in una lettura didattico-naturalistica per la scuola dell'obbligo". In: "XXX Convegno nazionale di studi dell'A.I.I.G.", Sabaudia, 10-13 settembre, 2002
- "La terra impareggiabile nel parco letterario S. Quasimodo". In: "Primo Convegno di studi sui Beni culturali territoriali regionali", Urbino, 27-29 settembre, 2001
- "Il paesaggio marchigiano nella percezione arcadica". In: "Giornate di Geografia culturale", Trento, 22-23 ottobre, 1999

Altre attività

ORGANIZZAZIONE CONVEGNI NAZIONALI:

  • Convegno Nazionale AIC (Associazione Italiana di Cartografia), "Cartografia, promozione del territorio, smart cities", 11-13 maggio 2016 San Benedetto del Tronto.

  • Convegno nazionale AIC (Associazione Italiana di Cartografia), "Cartografia per la conservazione, gestione e valorizzazione dei beni culturali", 28-30 aprile 2015, Salerno.

  • Convegno nazionale AIC (Associazione Italiana di Cartografia), "Stati generali della cartografia" (Sassari, 8-10 maggio 2013), Organizzatrice e chair della IV sessione "Applicazioni di cartografia storica".
  • Conferenza nazionale ASITA 2013, 5-7 novembre 2013 ,Riva del Garda. Comitato scientifico e organizzatore: E. Dai Prà, R, Revolti, G. Scanu. 
  • Giornata di Studi "Cartografia e Confini del territorio trentino. Dall'archivio al terreno tra ricerca e misura" (Trento, 10 giugno 2014). Responsabile scientifico: E. Dai Prà. 

ORGANIZZAZIONE CONVEGNI INTERNAZIONALI:

  • Convegno internazionale "Di monti e di acque. Le rughe e i flussi della terra" (dicembre 2010 - Trento) e pubblicazione atti. Comitato scientifico: E. Dai Prà, C. Cerreti. C. Masetti, M. Quaini, A. D'ascenzo. Responsabile Comitato Organizzatore: E. Dai Prà. Entità finanziamento accreditato al Dipartimento di Lettere e Filosofia: euro 40.000.
  • Convegno Internazionale "La storia della cartografia e Martino Martini (Trento, 28-29 novembre 2014) e pubblicazione atti. Comitato scientifico: E.Dai Prà, M. Castelnovi, A. D'Ascenzo, C. Masetti, R. Scartezzini, F. Surdich.  Entità finanziamento accreditato al Dipartimento di Lettere e Filosofia: euro 2880,12.

  • Convegno Internazionale "Cesare Battisti: geografo e cartografo di frontiera" (Trento, 27-29 ottobre 2016). Comitato scientifico: E. Dai Prà, M. Quaini, L. Rombai, E. Steinicke, G. Corni, F. Micelli, V. Calì, C. Masetti, M. Rossi, P. Pressenda.  Entità finanziamento accreditato al Dipartimento di Lettere e Filosofia: euro 10991,08.

COORDINAMENTO DI SESSIONI CONGRESSUALI:

  • Undicesima Sessione "Cartografia storica e analisi dei processi territoriali 1", XX Conferenza ASITA 2016, 8-10 novembre 2016, Cagliari.
  • Seconda Sessione "Cartografia e Bonifiche", Convegno Internazionale di Studi "E la palude che si' placida d'allunga. Ambiente, uomo e bonifiche", 24-25 marzo 2015, Santa Maria Capua Vetere.
  • Quarta Sessione "Applicazioni di cartografia storica", Convegno nazionale AIC "Stati generali della cartografia", 8-10 maggio 2014, Sassari.
  • Sessione Plenaria a cura del Consiglio Scientifico ASITA, "Beni Culturali e Cartografia storica", Conferenza AISTA 2013, 5-7 novembre 2013, Riva del Garda.
  • Session 33, two slots, "Trends in historical geography. Applied research and methods for spatial and landscape planning", Convegno internazionale EUGeo (Association of Geographical Societies in Europe), "Europe, what’s next? Changing geographies and geographies of change" : Organizer and Chair Elena Dai Prà, University of Trento (Italy), 5-7 September 2013, Rome.

 

PEER-REVIEWER per:

  • Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia (fascia A)
  • Documenti Geografici (fascia B)
  • Semestrale di Studi e ricerche di Geografia (fascia A)
  • J-Reading (fascia A)
  • Studi Trentini di Scienze storiche
  • Getotema (fascia A)

 

- Dal 2011 è Consulente per il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Direzione Generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio e il personale, Servizio III, Risorse aggiuntive nazionali e comunitarie per le politiche di sviluppo, organizzazione e semplificazione in materia di Parchi letterari e culturali. In tale contesto la sottoscritta opera nell'ambito del Progetto Operativo Assistenza Tecnica, denominato "Rete per la governance delle politiche culturali" attraverso il quale il Ministero organizza e svolge la funzione istituzionale di indirizzo, raccordo ed assistenza nei confronti delle quattro Regioni dell'Obiettivo Convergenza che attuano la programmazione operativa a valere sui fondi strutturali dell'Unione Europea.