Massimiano Bucchi

Via Verdi, 26 - 38122 Trento
tel. 0461 281323 | fax. 0461 283794
massimiano.bucchi[at]unitn [dot] it | http://www.massimianobucchi.it
Formazione

Laureato nel 1993 in Sociologia presso l'Università degli Studi di Trento, ha proseguito la propria formazione nelle università del Sussex (UK) e Wisconsin (USA). Ha conseguito un Ph.D. internazionale in Scienze Politiche e Sociali presso l'Istituto Universitario Europeo di Fiesole (1997).

Carriera accademica ed attività didattica

Professore ordinario di Sociologia della Scienza e Comunicazione, Scienza e Tecnica, Dipartimento di Sociologia, Università di Trento. Dal 2007 coordina il programma di Ateneo Scienza Tecnologia e Società. E' stato visiting professor in numerose istituzioni accademiche e di ricerca in Europa, Asia, Nord America e Oceania.

Interessi di ricerca

Il rapporto tra scienza, tecnologia e cittadini; percezione e comunicazione pubblica della scienza; la partecipazione dei cittadini ai processi di governance dell'innovazione tecnoscientifica.

Attività di ricerca

È autore di una decina di libri pubblicati in oltre venti Paesi e di saggi in riviste internazionali quali Nature e Science. Tra i suoi libri più recenti Per un pugno di idee. Storie di innovazioni che hanno cambiato la nostra vita (Bompiani, 2016, tre edizioni) e Come vincere un Nobel. L’immagine pubblica della scienza e il suo premio più famoso (Einaudi, 2017). Ha ideato e curato numerose edizioni dell’Annuario Scienza, Tecnologia e Società (il Mulino). È autore di una decina di libri pubblicati in oltre venti Paesi e di saggi in riviste internazionali quali Nature e Science. Tra i suoi libri più recenti Per un pugno di idee. Storie di innovazioni che hanno cambiato la nostra vita (Bompiani, 2016, tre edizioni) e Come vincere un Nobel. L’immagine pubblica della scienza e il suo premio più famoso (Einaudi, 2017). Ha ideato e curato numerose edizioni dell’Annuario Scienza, Tecnologia e Società (il Mulino).

Appartenenza a società e comitati scientifici

Dirige la rivista internazionale peer reviewed Public Understanding of Science, pubblicata da Sage.

Fa parte del Comitato Scientifico del Public Communication of Science and Technology (PCST) Network. Ha fatto parte di numerosi comitati di valutazione e consulenza per CIVR, Commissione Europea, European Food Safety Authority, National Science Foundation (US), Royal Society e Wellcome Trust (UK).

Premi e riconoscimenti

Tra i principali riconoscimenti ottenuti il premio RAI "G. Mencucci" per ricerche sulla comunicazione di massa (1996 e 2000), il premio Mullins della Society for the Social Studies of Science per il miglior saggio di Sociologia della Scienza (1997), il premio Lelli per la miglior tesi di dottorato in Sociologia (1998), il premio Merck-Serono per libri sulla scienza (2007), il premio Calabria per la saggistica (2011), il premio La Vigna per il libro "Il Pollo di Newton. La scienza in cucina" (2014).

Convegni e conferenze

Oltre ad aver partecipato a numerosi convegni internazionali, ha fatto parte del comitato scientifico dello European Science Open Forum(2010) ed è stato chair del XII convegno mondiale di Comunicazione della Scienza e della Tecnologia (2012).

Altre attività

Scrive di scienza e tecnologia per quotidiani (Repubblica, La Stampa) e collabora con la trasmissione televisiva Superquark condotta da Piero Angela.