Domenica Primerano

Via Tommaso Gar, 14 - 38122 Trento
domenica.primerano[at]unitn [dot] it
Formazione

Nel 1980 si laurea presso il dipartimento di Analisi Critica e Storica dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia con la tesi di laurea: Dalle collezioni private al museo pubblico nell’Ottocento a Firenze (relatore Prof. Roberto Masiero).

 

Carriera accademica ed attività didattica

Dal 2008 è’ docente a contratto di Museografia C - ICAR 16 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Trento, C.so di laurea Triennale in Scienze Dei Beni Culturali.

 

 

Attività di ricerca

Il suo campo di ricerca è la museologia e la museografia, con particolare interesse alle istituzioni museali ecclesiastiche. Le sue pubblicazioni riguardano appunto tali argomenti di ricerca. Dato il ruolo ricoperto presso il Museo Diocesano tridentino, ha coordinato e curato diverse pubblicazioni afferenti l'attività espositiva del museo.

Appartenenza a società e comitati scientifici

Scoietà di Studi Trentini di Scienze Storiche

Premi e riconoscimenti

Nel 1983 è’ vincitrice di una borsa di studio presso il Centro Studi di Architettura Andrea Palladio di Vicenza, dove partecipa al XXVI Corso internazionale di Storia dell’Architettura dal titolo L’architettura di Andrea Palladio.

Convegni e conferenze

Nell’ambito del primo convegno dell’A.M.E.I. svolto a Genova nel 1997 sul tema I musei ecclesiastici in Italia: dalle Opere del Duomo, ai musei diocesani, alle raccolte presenta una relazione dal titolo I musei ecclesiastici e l’attività culturale.

Partecipa al V Convegno Nazionale A.M.E.I. Ammirare e Comunicare, nel cui ambito svolge una relazione dal titolo I musei della regione ecclesiastica Triveneto.

Partecipa con un intervento dal titolo L’attività culturale nel Museo Diocesano di Trento al convegno Le attività culturali e didattiche dei musei diocesani. Esperienze a confronto, tenuto a Vicenza il 18 aprile 2009.

Organizza l'VIII convegno A.M.E.I., L'azione educativa per un museo in ascolto, tenutosi a Trento dal 19 al 21 ottobre 2011, nel cui ambito svolge la relazione dal titolo L'azione educativa nei musei ecclesiastici oggi.

Partecipa, con una relazione dal titolo Musei ecclesiastici e musei civici: prove di dialogo, al convegno di Italia Nostra Musei civici, quale futuro?, svoltosi il 31 maggio 2013 all'Accademia delle Scienze, a Bologna

Organizza il IX Convegno A.M.E.I., tenutosi ad Assisi dal 19 al 21 novembre, dal titolo La rete dei musei ecclesiastici: da strumento economico, a laboratorio interpretativo e ne presiede i lavori della prima giornata.

Partecipa alla tavola rotonda della VIII Conferenza Nazionale dei Musei d’Italia, tenuta ad Assisi il 22 novembre, in rappresentanza di A.M.E.I.

Nel 2000 nell’ambito del corso n.222/99 è incaricata dall’I.P.R.A.S.E. di Trento di svolgere una lezione dal titolo : Problematiche conservative in ambito museale.

Nel 1988 partecipa con una relazione dal titolo Trento, tra restauro e conservazione, al seminario di studi dedicato ad Alois Riegl e gli inizi della cultura di tutela organizzato dal prof. Romeo Ballardini presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia

Nel 1966 partecipa presso la Facoltà di Architettura di Ferrara al corso di Teoria del restauro tenuto dal prof. Sandro Scarrocchia con una relazione dal titolo Il museo tra conservazione ed esposizione.

Nel 2004 è docente al Corso di alta formazione per responsabili dei musei diocesani Le problematiche dei musei ecclesiastici, organizzato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, Servizio Formazione permanente.

Dal 2009 è docente del Corso di alta formazione per responsabili dei Msuei Diocesani Oragnizzato dall'Ufficio Nazionale Beni Ecclesiastici della CEI e da AMEI.

 

Altre attività

Nel 1989 entra a far parte dell’organico del Museo Diocesano Tridentino prima come conservatrice e, dal 1995, come vice direttore. In questo arco di tempo coordina la complessa operazione di riallestimento del museo, guidando l’équipe che si occupa del suo completo ripensamento. Individua gli studiosi incaricati della schedatura delle raccolte ed elabora il nuovo percorso espositivo; al contempo cura gli aspetti conservativi connessi all’esposizione, avvalendosi della consulenza del laboratorio di climatologia dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, e progetta, insieme ai tecnici incaricati, l’allestimento e le soluzioni illuminotecniche ad esso corredate. Cura gli apparati didattici (schede di sala, pannelli) connessi all’esposizione che, nel corso degli anni, verranno incrementati con audioguide in quattro lingue e postazioni interattive, strumenti dei quali sarà ideatrice e responsabile.  Sempre nell’ottica di garantire una miglior fruizione dei beni da parte del pubblico, promuove l’ideazione per la basilica paleocristiana di San Vigilio e per la cattedrale cittadina, connesse strettamente al museo, di postazioni interattive e DVD che ricostruiscono con modelli tridimensionali ed elaborazioni grafiche di forte impatto le fasi edilizie degli antichi luoghi di culto. Nel 2000 si occupa della realizzazione della sede succursale del Museo Diocesano Tridentino collocata presso Palazzo Libera a Villa Lagarina: analogamente a quanto avvenuto per la sede centrale, ne progetta il percorso espositivo e coordina l’intera operazione museale. Anche in questo caso si occupa degli apparati didattici e della postazione interattiva. Dal 1996 attiva una Sezione didattica, ideando i percorsi di ricerca da proporre alle scuole di ogni ordine e grado.  Nella sua veste  cura le numerose iniziative espositive che il museo organizza ogni anno e i relativi cataloghi.

Dal 2000 è membro dell’Osservatorio Paritetico istituito sulla base dell’Intesa sottoscritta in quell’anno tra Arcidiocesi di Trento e Provincia Autonoma di Trento. Nel 2004 è nominata Responsabile Scientifico del progetto di Inventariazione dei Beni ecclesiastici presenti nella diocesi di Trento. Nel 2008 entra a far parte della Commissione tematica dell’I.C.O.M.  “Educazione e Mediazione museale”. Dal gennaio 2010 è membro del Direttivo dell’Associazione Musei Ecclesiastici Italiani. In questa veste organizza l'VIII convegno AMEI, L'azione educativa per un museo in ascolto e il IX Convegno AMEI, La rete dei musei ecclesiastici: da strumento economico, a laboratorio interpretativo.

Nel febbraio 2014 è nominata direttore del Museo Diocesano Tridentino.