Formazione

Laurea in Magistero presso la  Facoltà di Magistero dell'Università di Padova.

Perfezionamento Scientifico in Storia dell'Arte (Triennale) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Padova.

Ha approfondito gli studi in Italia e in Germania con borse di ricerca della Fondazione Alexander von Humboldt e la partecipazione a convegni internazionali.

Carriera accademica ed attività didattica

 

CARRIERA  ACCADEMICA

1975-80: Formazione scientifica e didattica con assegno ministeriale presso l’Università di Padova, Facoltà di Magistero.

1980-89: Ricercatore universitario confermato presso l' Università di Padova, Facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento delle Arti Visive e della Musica.

1990-2004: Ricercatore universitario confermato presso l'Università di Trento, Facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Scienze Filologiche e Storiche .

2002 : Idoneità di Professore Associato nel settore scientifico-disciplinare L-ART/02 (commutato in 10B/01) presso l'Università di Sassari.

2005-2019: Professore Associato  nel settore scientifico disciplinare 10B/01 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università Trento.

2008-13 : membro del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato in Studi Umanistici. Discipline Filosofiche, Storiche e dei Beni Culturali, Università degli Studi di Trento.

2013 -2016: Vicecoordinatrice dell'ambito didattico di Beni Culturali del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento; referente Erasmus per il corso di Beni Culturali.

2013 - 2019: Referente del programma Erasmus per gli studenti del corso di Beni Culturali.

2019: conferimento del titolo onorario di Professore senior dell’Università degli Studi di Trento.

ATTIVITA'  DIDATTICA

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Medioevale e Moderna  presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Trento: a.a. 1991-92, 1992-93, 1994-95, 1995-96, 1996-97, 1997-98.

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna presso la  Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Trento: a.a. 1998-99, 1999-00.

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Medioevale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Trento: a.a. 2000-01, 2001-02, 2002-03, 2003-04.

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Medioevale ( A, B, C) e Storia dell'Arte Moderna  (A, C) nell'a.a. 2004-05.

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna (A, C, E) per la laurea triennale;  di Storia dell'Arte Regionale (A) e Storia dell'Arte dei Paesi Europei (A) per la laurea magistrale: a.a. 2005-06, 2006-07, 2007-08, 2008-09. 

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna 2  (laurea  triennale): a.a. 2009-10. 

2010: Congedo di ricerca con borsa della Fondazione Alexander von Humboldt  presso il Zentralinstitut für Kunstgeschichte München.

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna (laurea  triennale); di Storia dell'Arte Medioevale 2  e di Storia dell'Arte Moderna 4 (laurea magistrale): a.a. 2011.  

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna (laurea  triennale);  di Storia dell'Arte Medioevale 1  e di Storia dell'Arte Moderna (laurea magistrale): a.a. 2011-12. 

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna  (laurea  triennale); di Storia dell'Arte Medioevale 1  e di Storia dell'Arte Moderna 1_2_3  (laurea magistrale): a.a. 2012-13.  

Docente titolare dei corsi dI Storia dell'Arte Moderna 1Storia dell'Arte Moderna 2, Storia dell'Arte Moderna 5 (laurea  triennale); p Storia dell'Arte Moderna 4  (laurea magistrale): a.a. 2013-14. 

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna  (laurea  triennale); di Storia dell'Arte Moderna 3_4  (laurea magistrale): a.a. 2014-15.  

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna  (laurea  triennale); di Storia dell'Arte Moderna 1 (laurea magistrale  interateneo Trento-Verona) e 4  (laurea magistrale Trento): a.a. 2015-16.  

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna  (laurea  triennale); di Storia dell'Arte Moderna 1 (laurea magistrale  interateneo Trento-Verona) e Storia dellArte dei Paesi Europei  (laurea magistrale interateneo Trento-Verona): a.a. 2016-17.

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna  (laurea  triennale); di Storia dell'Arte Moderna 1 (laurea magistrale  interateneo Trento-Verona) e Storia dellArte dei Paesi Europei  (laurea magistrale interateneo Trento-Verona): a.a. 2017-18.  

Docente titolare dei corsi di Storia dell'Arte Moderna 1 e Storia dell'Arte Moderna  (laurea  triennale); di Storia dell'Arte Moderna 1 (laurea magistrale in ARTE,  interateneo Trento-Verona) e Storia dellArte dei Paesi Europei  (laurea magistrale in ARTE, interateneo Trento-Verona): a.a. 2018-19.  

Docente titolare del corso di Storia dell'Architettura per la laurea magistrale in ARTE, interateneo Trento-Verona: a.a. 2019-20. 

Docente titolare del corso di Storia dell'Architettura per la laurea magistrale in ARTE, interateneo Trento-Verona: a.a. 2020-21.   

 

Interessi di ricerca

Ha studiato principalmente gli artisti del Seicento e del Settecento. Si è occupata degli scambi artistici tra l’Italia e la Germania, indagando fra gli architetti e i pittori italiani attivi oltralpe nel periodo successivo alla guerra dei Trent’Anni. Ha dedicato molta attenzione anche ai pittori tedeschi (Karl Loth, Erasmo Obermüller) presenti a Venezia nel Seicento e agli artisti tedeschi che hanno operato in Trentino nel Cinquecento, con pubblicazioni in lingua italiana e tedesca.

Una componente fondamentale della ricerca riguarda la figura di Antonio Petrini architetto trentino attivo in Germania nella seconda metà del secolo XVII. Dopo la prima monografia sull’artista edita in lingua italiana nella “Collana Artisti Trentini” (1974), ha continuato e sviluppato ulteriormente la ricerca, approdando agli studi sull'architetto Valentino Pezzani (1977, 1980), sul trattatista di opere fortificatorie Alexander von Groote (1982); nonché al secondo volume monografico su Antonio Petrini, edito in lingua tedesca (1985), e alle voci biografiche  sull'architetto (Neue Deutsche Biographie 2001; Dizionario Biografico degli Italiani 2015).

Un filone significativo  è incentrato sul pittore emiliano Antonio Domenico Triva (1626-1699), attivo in Italia, nell'Emilia e nel Veneto, prima di essere assunto come pittore di corte in Baviera nel 1669. All'artista barocco ha dedicato una monografia nel 2008 e vari contributi di approfondimento sulle opere (1984, 1987, 1990, 1992, 2008, 2010). Un articolo riguarda Ascanio Maria Triva, fratello del pittore, e il suo lascito testamentario che vede elencate opere scultoree e pittoriche inedite di artisti bavaresi (2013). Un saggio su Antonio Triva esce nel 2020  ed è dedicato all'inedito quadro figurante la personificazione allegorica della Lode: Un altro plauso per Antonio Triva.

Un settore interessa le edizioni critiche di letteratura artistica: Giacomello Fortunato, Sant‘Angelo di Piove di Sacco e il suo Comune, Padova 1906 (1990); Pallavicino, Ranuccio, I Trionfi dell’Architettura, rist. anastat. Monaco 1667 (Trento 1997), Pistorini, Baldassare, Descrittione compendiosa del Palagio sede de' Serenissimi di Baviera, München 1644 (München 2006).

Un corposo settore riguarda il contesto artistico e culturale trentino: Arte sacra nelle valli di Cembra, Fiemme, Fassa (1995), la decorazione  pittorica delle chiesa di San Vigilio a Molveno (1996), la decorazione a grottesca nel Cinquecento in Trentino e la ricezione dell'antico (1976, 1999), temi relativi alla Sacra Parentela in Trentino (1995) e d'iconografia rosariana (2013); la figura di Camillo Rasmo pittore del Novecento in Trentino (2001, 2014). Un ampio saggio è incentrato sull'arte a Cavalese dal Medioevo al Settecento (2014), con attenzione ai cicli di tema carolingio in Casa Bertelli, all'apparato pittorico dedicato alle Figlie  del Padreterno nella chiesa dei Francescani, ai dipinti murali nella  pieve di Fiemme. Nel 2015 escono studi specifici sui Paladini di Carlo Magno in Casa  Bertelli  e sul Ciclo delle Vergini nella pieve  di Cavalese; nel 2017 appare il saggio sul ciclo pittorico delle Sibille e dei Profeti  nella chiesa dell'Assunta a Cavalese. Nuova attenzione è rivolta nel 2021 ai cicli a grottesca fogoliniani nel palazzo ex-vescovile ora di proprietà della Magnifica Comunit di Fiemme.

In parallelo la studiosa ha prodotto studi significativi di opere e autori: la tradizione iconografica del Vesperbild nell'area nordica (1992); la tradizione iconografica del Don Chisciotte nel ciclo pittorico settecentesco di Padova (1992); temi d'iconografia devozionale nei santuari bavaresi (1996); L.B. Alberti e il De pictura (1999), il Trattato dell'Amicizia di Martino Martini  e le  sue connessioni con l'Iconologia di Cesare Ripa (2000, 2008); la rappresentazione del pathos nelle opere scultoree di ambito alemanno e italiano nell'età di Juan de Mesa (2002); il motivo iconografico dei Sette Santi Rifugi (2008). 

Alla città di Monaco di Baviera ha dedicato una guida storico-artistica in lingua italiana e tedesca, indagata con attenzione  al Transfer artistico-culturale  tra  Italia e Baviera (1990).

Un contributo di carattere didattico è incentrato sul tema della  'dimensione  europea' nei manuali di educazione artistica  in Italia (Atti del Convegno di Trento 2015).

Al convegno di interesse internazionale organizzato su tematiche inerenti il transfer artistico e culturale transalpino nel 2018 (Sulle rotte di artisti e mercanti lungo i valichi alpini /Auf den Spuren von Kaufleuten und Künstlern auf den transalpinen Verbindungsstraßen ) fa seguito un progetto editoriale di significativo impatto culturale che porta al volume dal titolo Artisti e mercanti in viaggio. Oltre le Alpi, attraverso il Tirolo, edito nel 2020 cura della sottoscritta.

Attività di ricerca

L’attività di ricerca della sottoscritta riveste interesse internazionale, per meriti accademici nel corso della carriera: le pubblicazioni in sedi internazionali (in italiano e tedesco), la partecipazione a comitati scientifici di convegni, di riviste, l’appartenenza ad associazioni scientifiche a livello nazionale ed internazionale. L'attività si è tradotta in numerosi studi, monografie e curatele (cfr. voce pubblicazioni).

Progetti di ricerca:

2001-02: Progetto di ricerca internazionale sullo scultore Juan de Mesa (1627-2002) Visiones y revisiones; Università di Cordoba.

2002-06: edizione critica  del manoscritto di Baldassare Pistorini sulla Residenza dei duchi di Wittelsbach a Monaco di Baviera (Kritische Neuausgabe der Handschrift von Baldassare Pistorini zu Münchner Residenz): progetto e borsa di ricerca della “Fondazione Alexander von Humboldt presso il Zentralinstitut für Kunstgeschichte München (2002).

2002-08: Progetto di Ateneo sulla figura di Antonio Triva pittore barocco tra Italia  e Baviera; borsa della “Fondazione Alexander von Humboldt presso il Zentralinstitut für Kunstgeschichte München (2002).

2007-08: Progetto di ricerca su Justus Lipsius und der europäische Späthumanismus in Oberdeutschland, coordinato dal prof. A. Schmid (Ludwig-Maximilians-Universität  e Bayerische Akademie der Wissenschaften, München).

2009-10: Progetto di ricerca sul tema Von Bayern nach Italien. Transalpiner Transfer in der Frühen Neuzeit, coordinato dal prof. A. Schmid (Ludwig-Maximilians-Universität  e Bayerische Akademie der Wissenschaften, München); borsa della “Fondazione Alexander von Humboldt presso il Zentralinstitut für Kunstgeschichte München (2010).

2015 Coordinatrice - con la prof.ssa Olga Bombardell (Cattedra di pedagogia e titolare del corso J. Monnet) del progetto di ricerca sull'Educazione alla Cittadinanza Europea e del Convegno svolto presso l'Università di Trento (20-21 aprile 2015): Come  diventare cittadini europei. Intervento sul tema La dimensione  europea nei manuali scolastici di educazione  artistica  in Italia;  traduzione (dal tedesco all'italiano)  della conferenza tenuta dalla  prof..ssa Olga  Kotkova: La dimensione  europea nei manuali scolastici di educazione  artistica nella  Repubblica  Ceca.

2017-18: coordinatrice del progetto di ricerca internazionale su tematiche inerenti il transfer artistico e culturale transalpino e curatrice del convegno dal titolo Sulle rotte di artisti e mercanti lungo i valichi alpini /Auf den Spuren von Kaufleuten und Künstlern auf den transalpinen Verbindungsstraßen.  

2019-20: progetto editoriale di interesse internazionale su tematiche inerenti il transfer artistico e culturale transalpino dal titolo: Artisti e mercanti in viaggio. Oltre le Alpi, attraversando il Tirolo.

 

Appartenenza a società e comitati scientifici

Dal 1991: membro del comitato redazionale della rivista di "Studi Trentini di Scienze Storiche Sezione Seconda".
2000-2003: Direttore Vicario della rivista "Studi Trentini di Scienze Storiche Sezione Seconda".
2004-2007:Direttore della rivista "Studi Trentini di Scienze Storiche Sezione Seconda".
2004-2007: Membro del Comitato Direttivo della "Società di Studi Trentini di Scienze Storiche".
Socio delle seguenti istituzioni: Bayerische Akademie der Wissenschaften; Görres-Gesellschaft; Verein für christliche Kunst; Jesuitica e. V.; Verband deutscher Kunsthistorikerr.

Dal 2018 ad oggi: cooptazione in qualità di “partner” al progetto di ricerca internazionale sulla decorazione pittorica barocca dell’Europa centrale - BCPCE_The Research Group for Baroque Ceiling Painting in Central Europe: https://bcpce.hypotheses.org/ - al quale  aderiscono Centri di ricerca, Istituti e Dipartimenti di diverse Università europee: Bochum, Bologna, Bratislava, Brno, Erlangen-Nürnberg, Ljubljana, München, Praga, Venezia, Verona, Vienna, Wroclaw, Zagabria, nonché Princeton/U.S.A.

Premi e riconoscimenti

Borse di studio nazionali ed internazionali:

borsa di studio per la frequenza del XVII° Corso Internazionale di Storia dell’Architettura “Andrea Palladio” a Vicenza (1975);

borsa di studio per la frequenza del XVIII° Corso Internazionale d’Alta Cultura su “Tiziano e il Manierismo Europeo” presso la Fondazione Giorgio Cini (1976);

borsa di ricerca in Germania da parte della “Fondazione Alexander von Humboldt (1979);

borsa di ricerca in Germania da parte della “Fondazione Alexander von Humboldt (1980);

borsa di ricerca in Germania da parte della “Fondazione Alexander von Humboldt (1981);

borsa di ricerca in Germania da parte della “Fondazione Alexander von Humboldt (1985);

borsa di studio in Cecoslovacchia presso l’Università di Bratislava (1985);

borsa di studio dell’Assessorato alla Cultura di Monaco di Baviera (1987);

borsa di ricerca in Germania da parte della “Fondazione Alexander von Humboldt (2002);

borsa di ricerca in Germania da parte della Fondazione Alexander von Humboldt (2010).

Convegni e conferenze

Ha partecipato a seminari di studio, collaborando con varie istituzioni (Università e Istituti di ricerca). Ha tenuto relazioni a convegni nazionali e internazionali su temi relativi allo scambio artistico e culturale tra l'Italia e l'Europa.

Altre attività

Membro della commissione giudicatrice (G.U. n.92, 19.11.2004) per la procedura di valutazione comparativa SSD L-ART/02 - Storia dell'arte Moderna per la copertura di un posto di ricercatore universitario all'Università degli Studi di Bergamo.

Studi scientifici di supporto alla progettazione di restauri pittorico-architettonici in Trentino (es. prog. relativo al restauro del palazzo assessorile di Cles, 1998-99).

Corsi di aggiornamento di Storia dell'Arte in Germania e in Italia: in lingua tedesca presso la "Europa-Akademie der musischen und bildenden Künste" di Isny (Germania) nel 2001; in lingua italiana per le scuole secondarie del comprensorio delle valli di Fiemme-Fassa-Cembra a Cavalese negli anni 2003-2004.

2013: Membro della commissione internazionale di valutazione comparativa (DAAD)  per l'assegnazione del Premio Ladislao Mittner allo Storico dell'Arte che  ha  carattere di eccellenza nella valorizzazione dello scambio artistico-culturale tra Italia e Germania.

Sostegno alle  relazioni  di scambio accademico tra l’Italia e la Germania tramite l’assidua attività di commissario valutativo dei progetti di candidatura italiana a borse e assegni di studio e ricerca nel settore storico-artistico per conto del DAAD (Deutsches Akademisches Austauschsdienst), 2017 - 2018.