Corrado Diamantini

Via Mesiano, 77 - 38123 Trento
corrado.diamantini[at]unitn [dot] it
| http://www.ing.unitn.it/dica/hp/?user=diamantini
Competenze:

Carriera accademica ed attività didattica

E’ professore a contratto presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell’Università di Trento (DICAM) dove insegna Progettazione integrata dell’ambiente e degli insediamenti nei paesi in via di sviluppo. E’ membro del Comitato scientifico della Cattedra Unesco in Ingegneria per lo sviluppo umano e sostenibile della stessa Università. E’ responsabile scientifico della redazione del Piano territoriale della Comunità Rotaliana Königsberg.

Nel recente passato è stato Professore ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica presso l’Università di Trento, dove ha ricoperto gli incarichi di Presidente dell’Area Didattica in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e di Vicedirettore della Scuola di Sviluppo Locale. E’ stato membro dell’Executive Board della rete Ensure “European Network for Sustainable Urban and Regional Development Research” e del Comitato Direttivo della Società italiana degli Urbanisti. E’ stato membro del Gruppo di Esperti della Valutazione (GEV) dell’Area 08 Architettura nella VQR 2011 – 2014.

Precedentemente ha svolto attività didattica e di ricerca presso l’Università IUAV di Venezia e presso la Facoltà di Architettura di Palermo.

E’ stato coordinatore di unità locali in numerose ricerche finanziate dall’Unione Europea, dal Ministero per l’Università e la ricerca scientifica, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dal Ministero delle Infrastrutture, tra cui REGIONET - Thematic Network: Strategies for Regional Sustainable Development. An Integrated Approach beyond Best Practices; ENSPADS – Expanding Expertise Network for generating and sharing Knowledge related to Spatial Planning and Decision Support; EASY ECO – Evaluation of Sustainability; ITATEN – Indagini sulle trasformazioni degli asseti del territorio nazionale, QUATER – L’Italia dei piani; ITATER - L’armatura infrastrutturale e insediativa del territorio italiano al 2020: principi, scenari, obiettivi. E ancora, Il progetto ambientale in aree di bordo: modelli di integrazione tra processi urbani e processi ambientali; La coerenza tra le rappresentazioni spaziali dei pianificatori e le immagini spaziali delle società locali; La forma del piano. Recentemente ha partecipato al progetto di ricerca ministeriale RECYCLE ITALY.

Tra le attività di ricerca e progetto rientrano lo Studio per la riqualificazione del centro storico di Napoli dopo il terremoto, condotto nell’ambito della attività del DAEST – Dipartimento di Analisi Economica e Sociale del Territorio dell’Università IUAV di Venezia e, nell’ambito delle attività del DICA – Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Trento, il coordinamento scientifico della redazione del Progetto per lo sviluppo sostenibile del Trentino, del Sistema Informativo della Sensibilità Ambientale del Trentino, entrambi per conto della Provincia Autonoma di Trento e del Progetto di riqualificazione dell’asta fluviale del Brenta, per conto del Comprensorio della Bassa Valsugana e del Tesino.

Le attività condotte in ambito non universitario includono la supervisione del Piano comprensoriale dei Comuni della Laguna e dell'Entroterra di Venezia, come membro del Comitato Esecutivo del Consorzio degli stessi Comuni, l’afferenza al Comitato provinciale per l’ambiente della Provincia autonoma di Trento e la vicepresidenza di una ONG, il Consorzio Associazioni con il Mozambico.  

La pluridecennale esperienza di progettazione in Africa – svolta nell’ambito della cooperazione universitaria - comprende la redazione del Piano territoriale del distretto di Caia, Mozambico; la redazione e la successiva revisione dei piani urbanistici di Caia e di Sena, Mozambico; il Progetto di miglioramento dell’accesso alle zone rurali in Madagascar; il Progetto di riqualificazione del quartiere Tabriquet-nord a Rabat; la redazione del Master Plan di Addis Abeba in veste di membro permanente dell’Addis Ababa Master Plan Project Office. Tra le più rilevanti attività di ricerca figurano quella condotta, come research fellow presso la Facoltà di Architettura e Pianificazione dell’Università Eduardo Mondlane di Maputo, sul ruolo delle città piccole e medie in Mozambico e quelle, d’interesse nazionale (MIUR), condotte sull’Urbanizzazione a sud del Sahara e sul Ruolo delle attività informali nelle città dei paesi in via di sviluppo. Ha svolto attività di ricerca presso l’Institut Africain de développement économique et de planification di Dakar (1980), sotto la direzione di Samir Amin. È stato cofondatore e professore del Post Graduate Programme in Urban and Regional planning for Developing Countries dell’Università IUAV di Venezia.